Rigore Lautaro, Caressa non ci sta: sentenza netta in diretta

Il rigore di Lautaro suscita ancora polemiche. Fabio Caressa ha deciso di dire la sua a riguardo con una sentenza netta.

L’Inter vuole smaltire l’eliminazione dalla Champions League di mercoledì contro l’Atletico Madrid. I nerazzurri proveranno a rimediare domani nel big match della ventinovesima giornata di Serie A: a San Siro arriva il Napoli di Calzona. Inzaghi e i suoi uomini vogliono reagire immediatamente per cercare di raggiungere il prima possibile la matematica vittoria dello scudetto.

Resta comunque il rammarico per l’uscita ai rigori contro una squadra alla portata dei nerazzurri. Dopo il raggiungimento della finale lo scorso anno, i tifosi si aspettavano probabilmente almeno l’approdo ai quarti visto e considerato il gioco e la qualità della rosa di quest’anno. Tre sono stati i calciatori che hanno sbagliato il penalty ma uno in particolare è stato preso di mira da molti tifosi di fede interista e non: Lautaro Martinez. In sua difesa è intervenuto Fabio Caressa, noto giornalista italiano, a cui non sono piaciute determinate dinamiche nei confronti dell’attaccante argentino.

Caressa non accetta l’accanimento sul rigore sbagliato da Lautaro Martinez:

Fabio Caressa durante Deejay Football Club ha voluto fare delle dichiarazioni a difesa di Lautaro Martinez sulle numerose critiche che sono piovute nei suoi confronti dopo il rigore sbagliato contro l’Atletico Madrid. Ecco cosa ha detto il giornalista italiano:

Non mi è piaciuto questo accanimento sul rigore di Lautaro Martinez. Un po’ è scherzo, un po’ è accanimento”.

Caressa difende Lautaro Martinez
Le parole di Caressa in difesa di Lautaro Martinez (LaPresse) SpazioInter

Caressa non accetta questo inveire continuo contro il capitano dell’Inter. In seguito, ha voluto precisare che l’attaccante argentino non è stato l’unico a sbagliare il tiro dagli undici metri. Anche Sanchez e Klaassen hanno sbagliato prima di lui. Ecco come ha continuato:

“Primo, non ha sbagliato solo Lautaro Martinez. Secondo, nella storia del calcio hanno sbagliato tutti i più grandi. Ha sbagliato Zidane, ha sbagliato Maradona. Tutti i più grandi hanno sbagliato almeno un calcio di rigore”.

Caressa, dunque, difende Lautaro Martinez considerandolo comunque un grande calciatore. Anche a lui può capitare di sbagliare come è successo in passato a Zidane e a Maradona. L’attaccante, inoltre, in campionato sta dimostrando di non avere eguali: sono 23 le reti segnate dal ‘Toro’ in 28 giornate di Serie A.

Il suo obiettivo sarà quello di segnarne ancora di più per aumentare il proprio bottino personale e cercare di raggiungere il record dei 36 gol che appartiene a Higuain e Immobile che lo hanno raggiunto rispettivamente nel 2016 e nel 2020.

Impostazioni privacy