Cessione Inter, notizia clamorosa dall’Inghilterra: cambia tutto?

Notizia shock dall’Inghilterra secondo cui c’è l’ufficialità dell’offerta presentata a Zhang per l’acquisto dell’Inter

Un periodo roseo quello che sta vivendo l’Inter in questa stagione che ha consacrato soltanto successi dall’inizio del nuovo anno. Ben otto i successi ottenuti in altrettante partite disputate nel 2024. Un percorso netto, che è andato in crescendo quello iniziato qualche anno fa con Steven Zhang che nonostante la giovane età si è dimostrato tra i presidenti più vincenti della storia del club. Talvolta in disparte, ma con il suo lavoro silenzioso, i nerazzurri sono tornati al tetto d’Europa scalando diverse posizioni e tornando ad essere dominanti anche nel loro territorio.

Prestazioni che hanno sicuramente ripristinato il valore del club e della sua storia, ritornando dove gli spettasse essere. Questa senza ombra di dubbio ha incuriosito soprattutto i piani alti, e i diversi investitori in giro per il mondo. Soprattutto perché, non è un segreto, dei problemi finanziari della famiglia Suning e della necessità di ricavare denaro. Ecco perché spesso si è parlato di cessione Inter. Fino a poche settimane fa, sembrava il solito rumors, ma senza nulla che fosse mai realmente concreto. Secondo quanto riportato nelle ultime ore, direttamente dall’Inghilterra, ci sarebbero delle grosse novità all’orizzonte.

Futuro Inter: c’è l’offerta ufficiale per la cessione del club

Secondo quanto riportato da Manchester City Evening News è stata effettuata la prima vera offerta ufficiale da parte di Thomas Zilliacus. Il filantropo finlandese ha messo sul piatto la mastodontica cifra di 1,2 miliardi di euro per le casse del presidente cinese.

offerta ufficiale a Zhang per la cessione dell'Inter
Zhang Lapresse Spaziointer 170224

Non è la prima volta che il nome di Zilliacus viene accostato al mondo del calcio. Difatti non molto tempo fa, l’importante uomo d’affari fece richiesta per l’acquisizione del Manchester United, vista l’importanza e la storia del club. Oltre che la rivalità che ne avrebbe conseguito contro gli sceicchi del City.

Il finlandese, per un eventuale acquisto del club di Via della Liberazione avrebbe comunque il supporto ed il sostegno dalla sua società di investimenti. Gruppo rigorosamente composto da dirigenti diversi da quelli coinvolti nell’offerta per lo United, di cui la maggior parte di essi dei quali negli Stati Uniti. Un cambio che sarebbe epocale, dato il valore economico di cui si parla e che potrebbe anche vertere gli equilibri su cui la rosa è fondata. Per quanto si tratti di un cambio presidenziale e non di campo, ciò potrebbe varare alcune dinamiche sin qui sancite. Vedremo cosa avverrà in futuro circa la questione.

Impostazioni privacy