Inter e Milan ancora a San Siro: piano a sorpresa del Comune

Spunta un nuovo progetto per San Siro, il Comune presenta un’idea a sorpresa per trattenere sia l’Inter che il Milan: tutti i dettagli.

La questione stadio San Siro continua ad essere un tema caldo e proprio oggi, mercoledì 31 gennaio, lo studio Arco Associati, ha presentato il suo progetto in commissione a Palazzo Marino su sollecitazione di Alessandro De Chirico, capogruppo di Forza Italia da sempre stato a favore ad abbattere l’attuale stadio per poi costruirne un altro. Il progetto presentato vale circa 300 milioni di euro di cui 235 solo di opere e prevede la costruzione di un quarto anello del Meazza. Ovviamente questa è solo una proposta che è stata fatta volutamente, per far comprendere che sarebbe possibile ristrutturare San Siro anche a campionato in corso, senza intralciare le gare che Inter e Milan dovranno giocare in casa.

Giulio Fenyves, architetto del progetto, ha spiegato la sua idea e ha rivelato come potrebbe essere possibile costruire e giocare allo stesso tempo: «Demoliamo e inseriamo un nuovo pezzo riducendo al massimo di 1.500 posti la capienza dell’intero impianto, sarebbe uno stadio che ne contiene tre». L’architetto ha anche aggiunto che alla fine dei lavori i posti a seduta esterna passeranno da 87.500 a 70.000, a cui aggiungere 5.000 postazioni interne. Per quanto riguarda l’aspetto acustico è stato studiato un sistema di pannelli di fono assorbenza, capaci di garantire il contenimento dei decibel.

Il nuovo progetto di San Siro: tutti i dettagli

Il progetto è diviso in due parti, oltre alla parte relativa allo stadio ce n’è una dedicata anche al lato urbanistico da costruire intorno. L’idea è quella di costruire un parco dove sorgeranno poi altri edifici che potrebbero essere: spazi commerciali, ristoranti, bar, corner shop, camere, suites, spazi benessere, uffici e spazi di lavoro.

Nuovo progetto per San Siro
San Siro: il Comune propone un nuovo progetto (lapresse) spaziointer.it

Fenyves ha voluto specificare: «Le strutture portanti dei nuovi volumi saranno in acciaio e si integreranno nel modo più razionale possibile con le strutture preesistenti in calcestruzzo armato del primo anello, garantendo ogni aspetto di resistenza, stabilità e sicurezza nelle nuove geometrie e condizioni d’uso, nella piena osservanza delle norme vigenti».

Per quanto riguarda la sistemazione del campo, queste le sue parole: «La parte più sensibile dove si possono adottare soluzioni tecnologiche molto avanzate che permettono il mantenimento in esercizio del campo e il suo ricambio ogni 48 ore con un contenimento della spesa molto significativo». Tutte novità importanti che ovviamente per ora restano solo una proposta, va ancora tutto valutato e deciso, lo stesso sindaco Sala ha specificato che sarà importante comunque tenere conto dei pareri di Inter e Milan. Però bisogna pensare che è anche la prima volta che tutto il consiglio comunale e la giunta si trovano d’accordo sulla ristrutturazione del Meazza.

Impostazioni privacy