“Decisioni politiche”, rivelazione clamorosa: l’arbitro accusa tutti

L’arbitro accusa tutte e le polemiche non finiscono più. “Decisioni politiche”, la rivelazione ha del clamoroso.

Nella giornata di ieri l’Inter ha alzato l’ennesima Supercoppa italiana con mister Simone Inzaghi in panchina. Il successo per 1-0 ha permesso al club nerazzurro di alzare il primo trofeo di questa stagione e tornare da Riyadh con la soddisfazione e la consapevolezza di aver sconfitto Lazio e Napoli. Gli azzurri sono stati schiantati grazie al gol di Lautaro Martinez arrivato al 91′, il bomber argentino ha festeggiato con una corsa verso il settore dove era posizionata la Curva Nord 69 insieme alla sua squadra, l’esultanza e la felicità sono state incontenibili.

Una vittoria che Inzaghi ricorderà a lungo, visto che lo scorso anno ha vinto Coppa Italia e Supercoppa. L’ex tecnico dei biancocelesti è uno degli allenatori più vincenti ed esperti in Italia, specialmente in queste competizioni e le reazioni dei tifosi nerazzurri in questi mesi ne sono la prova. La gara è stata decisa allo scadere, ma i nerazzurri si erano resi più pericolosi della squadra di mister Walter Mazzarri e hanno dimostrato superiorità per gran parte del match.

L’arbitro a “Le Iene”, ma in incognito: “Si rischia di falsare i campionati”

Le polemiche non sono mancate. La gestione dei cartellini da parte del direttore di gara Rapuano è stata condannata da tutti e l’espulsione di Giovanni Simeone è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Infatti, il tecnico toscano si è infuriato rivolgendo anche espressioni ingiuriose nei confronti dell’arbitro. Inoltre, il tecnico azzurro ha lasciato il terreno di gioco al gol di Lautaro e ha disertato la premiazione finale.

Rivelazioni sconvolgenti dell'arbitro, c'è di mezzo l'Inter
Polemiche sull’arbitraggio in Serie A – LaPresse – spaziointer.it

La trasmissione “Le Iene”, in onda su Italia 1, ha intervistato un arbitro di Serie A attualmente in attività, che ha voluto denunciare diversi episodi del sistema arbitrale e lo ha fatto in forma anonima. Le dichiarazioni fatte hanno del clamoroso e lasciano senza parole, ecco quanto evidenziato dalla nostra redazione:

“Da come viene valutato un arbitro dipende il fatto che continui ad arbitrare o meno, questa situazione è diventata insostenibile e sta condizionando le carriere di tutti noi. Se le valutazione vengono da, diciamo dinamiche politiche, c’è il rischio che i campionati vengano falsati. Molti di noi hanno una sensazione chiara, non sempre le valutazioni, i voti e le eventuali retrocessioni dipendano solo dalle nostre prestazioni. Se chi valuta gli arbitri sbaglia, siamo sicuri che fanno carriera i più bravi e vengono retrocessi i più scarsi?”

Il personaggio anonimo ha inoltre sottolineato i molteplici errori evidenti ai quali abbiamo assistito durante questa settimane. Secondo lui, inspiegabilmente non ha sbagliato solo il direttore di gara, ma anche il VAR che ha perseverato nell’errore con immagini evidenti. “Se hai immagini chiare e la possibilità di rivedere l’episodio come fai a non accorgerti dell’errore commesso in campo dall’arbitro?”, le polemiche sono tante e i dubbi aumentano, l’arbitro intervistato ha accusato tutti.

Impostazioni privacy