È scomparso un mito del calcio italiano, aveva 79 anni

Grave lutto nel mondo del calcio. Si spegne una leggenda del campionato di Serie A: i tifosi sono in lutto dopo la tragica notizia

Una brutta notizia ha travolto il mondo del calcio italiano a causa della scomparsa inaspettata di una leggenda della Serie A: Gigi Riva. L’ex attaccante della Nazionale e del Cagliari si è spento all’età di 79 anni dopo essere stato colpito da un brutto malore.

Gigi Riva, soprannominato anche Rombo di Tuono, era ricoverato all’ospedale Brotzu di Cagliari dalla giornata di ieri a causa di un malore. La leggenda della Nazionale si trovava nel reparto di Cardiologia in seguito ad un infarto che lo aveva colpito mentre si trovava nella sua abitazione. In un primo momento, le condizioni dell’ex attaccante non sembravano essere preoccupanti. Poi la tragica notizia che ha spiazzato tutti in serata. 

Calcio in lutto: morto Gigi Riva

Eppure le condizioni della leggenda del calcio italiano non sembravano così allarmanti. Anche se nella giornata di ieri, iniziava a farsi largo una voce che vedeva Gigi Riva costretto a sottoporsi ad un intervento al cuore. L’ex bomber del Cagliari aveva compiuto 79 anni lo scorso 7 novembre. Inoltre, Riva era presidente onorario dello stesso club rossoblù, dal 2019. Rombo di Tuono, dopo l’addio al calcio, aveva continuato a vivere nel capoluogo sardo, in un appartamento in pieno centro.

Solo poche ore fa, il bollettino medico aveva rassicurato tutti, affermando che Gigi Riva era sereno e in condizioni stabili: “Il paziente è sereno e le sue le condizioni generali sono stabili. Attualmente è sotto sorveglianza del personale sanitario e accudito dai familiari. Nei prossimi giorni si proseguirà con gli accertamenti clinici del caso”. Poco dopo il bollettino, la tragica notizia che ha sconvolto tutto il mondo calcistico italiano intorno alle 19.30, dopo che le condizioni dell’ex attaccante si sono aggravate. 

Muore Gigi Riva: calcio italiano in lutto
Riva muore a 79 anni: calcio italiano in lutto – (LaPresse) SpazioInter.it

Gigi Riva è considerato il centravanti azzurro più forte del dopo guerra. Non a caso, è ancora l’ex attaccante il detentore del record di gol segnati in Nazionale. Sono stati ben 35 le reti siglate dalla leggenda italiana in 42 presenze con la maglia azzurra, con un incredibile media di 0,83 gol a partita.

Oltre ad essere tuttora il bomber indiscusso dell’Italia, Rombo di Tuono è ricordato come una vera e propria leggenda anche a Cagliari, club con il quale ha conquistato uno storico Scudetto nel 1970. Il ministro dello sport, Andrea Abodi, scosso dalla notizia è intervenuto a Tg1, ricordando Riva con queste parole: “É molto di più di rombo di tuono, piangiamo l’uomo, il professionista. Rappresentava un cacio di altri tempi. Il nostro compito è tenerlo in vita e che il calcio possa tenere quella dimensione umana. L’auspicio é che si possa concretizzare con l’inizio dei lavori dello stadio di Cagliari che sarà dedicato a Gigi Riva”.

Impostazioni privacy