Allegri punge l’Inter: la spiegazione sulla differenza con la Juve

Allegri durante la conferenza stampa di Juventus-Sassuolo cita l’Inter e spiega le differenze tra la squadra bianconera e quella nerazzurra.

L’Inter espugna l’U-Power Stadium e batte il Monza 1-5, un risultato pesante e allo stesso tempo molto importante per i nerazzurri che si sono riportati a più 5 sulla Juventus, in attesa della gara dei bianconeri di domani sera contro il Sassuolo. Dopo il pareggio a Genoa arrivato l’ultimo dell’anno, i nerazzurri hanno iniziato questo 2024 con due vittorie di fila, segno che la squadra è sempre più determinata a raggiungere l’obiettivo scudetto e fare passi falsi, in questa parte di campionato non è ammesso. L’Inter adesso ha un attimo lasciato da parte la Serie A ed è volata in Arabia Saudita per la Supercoppa italiana, dove venerdì 19 gennaio sfiderà la Lazio per guadagnarsi un posto in finale e portare a casa il primo obiettivo stagionale.

Nonostante in questi giorni la squadra di Inzaghi sarà impegnata a Ryad, martedì sera seguirà comunque la gara della sua rivale per lo scudetto: la Juventus. I bianconeri sfideranno il Sassuolo, l’unica squadra che in questa prima parte di stagione è riuscita a battere sia l’Inter che la Juve. Se la Juve dovesse commettere qualche errore allora i nerazzurri allungherebbero nuovamente le distanze dal secondo posto, sempre in attesa dello contro diretto in programma per domenica 4 febbraio a San Siro.

Allegri alla vigilia di Juve-Sassuolo cita anche l’Inter: le parole

A proposito della lotta scudetto, lo stesso Max Allegri, durante la conferenza stampa appena terminata per presentare il match di domani sera, ha risposto anche ad alcune domande sull’Inter. Di seguito le sue parole:

Conferenza stampa Allegri: la frecciatina all'Inter
Inter, Allegri fa il paragone con la Juve (lapresse) spaziointer.it

Sullo scontro diretto:

“Con i ragazzi ne abbiamo parlato, ma non della partita contro l’Inter. Sappiamo che domani è importante e mancano tanti punti alla qualificazione in Champion. Bisogna fare un passettino alla volta e restare concentrati per la gara di domani che all’andata abbiamo per un bello schiaffo poi penseremo al Lecce. Andare troppo in là con i conti viene fuori sempre un casino”.

Poi al tecnico bianconero è stato chiesto anche di fare un paragone tra le caratteristiche dell’Inter e quelle della Juve, soprattutto a livello di costruzione di squadra:

“L’Inter ha una squadra costruita per vincere lo scudetto, ma da un po’, la Juventus ha fatto un altro percorso. Dobbiamo lavorare senza metterci nella testa l’ossessione di vincere lo scudetto. Dobbiamo vedere come crescono i ragazzi perché il calcio non finisce il 25 maggio, ma si crea una base per il futuro e per fare bene per i prossimi anni”.

Impostazioni privacy