“Non ci era mai riuscito!”: Inter, Inzaghi ha sfatato l’ennesimo tabù

Simone Inzaghi può finalmente sorridere dopo il successo di ieri sera contro la sua ex squadra. Ennesimo tabù sfatato

Si conclude al meglio questo fine settimana per il popolo nerazzurro. Dopo il mezzo passo falso di venerdì sera della Juventus, fermatasi sul pareggio contro il Genoa, ieri sera c’è stato l’allungo in campionato della rosa d’Inzaghi.

Il Sunday night match dell’Olimpico, tra Lazio e Inter, si è concluso 0-2 permettendo così al club di Steven Zhang di staccare gl’inseguitori, andando a quattro lunghezze sopra i bianconeri.

Partita risolta dalla ThuLa che è sempre più dominante ed incontrastabile in questa Serie A. É stato proprio Lautaro Martinez a sbloccare il risultato, approfittando dell’unico errore della difesa biancoceleste della prima frazione di gioco. Rete celebrata dal toro, con una dedica rivolta al suo Paese, Bahia Blanca per mostrare la sua vicinanza al suo popolo dopo la tempesta che ha causato decine di vittime.

Sfida poi chiusa dal compagno di reparto dell’argentino, Marcus Thuram che ha concluso perfettamente l’assistenza di Nicolò Barella. Compagno poi ringraziato anche nel post partita, dicendo quanto lo apprezzi sia come giocatore che soprattutto come persona.

Già ventidue, sono i centri realizzati dal duo, ad oggi micidiale, dell’attacco nerazzurro.

Lazio-Inter: ennesimo tabù sfatato da Inzaghi

Non si contano più ormai i record battuti dall’Inter 3.0 di Simone Inzaghi. Sono 39 i gol fatti e soltanto 7 quelli subiti nelle prime sedici giornate. Cioè primo posto in solitaria a quota 41, con quattro punti di vantaggio sulla Juventus.

Inzaghi batte la Lazio per la prima volta
Lazio-Inter – ansa – spaziointer

Soltanto due reti subite dalla rosa del tecnico piacentino nei primi quarantacinque minuti, in Europa soltanto il Las Palmas ha lo stesso dato.

Con la vittoria di ieri sera, l’allenatore nerazzurro ha sfatato l’ennesimo tabù della sua carriera. Difatti da quando siede sulla panchina dell’Inter, Inzaghi non aveva mai trionfato all’Olimpico contro la sua ex squadra.

C’è stato bisogno del terzo tentativo per poter battere la Lazio in casa. Dunque una statistica che rende ancor più significativa l’importanza della vittoria. Un match che già alla vigilia aveva un significato diverso, per il tecnico, lo è diventato ancor di più al termine di essa.

Squadra capitolina che invece non riescono a dare continuità al loro percorso, incombendo nella settima sconfitta in sole sedici giornate di campionato. Non basta una buona prestazione contro un Inter spietata per pareggiare la differenza in campo fra le due rose. Capolista troppo superiore che non ha perdonato nulla e al primo errore ha subito affondato l’avversario.

Impostazioni privacy