Lazio-Inter, show di Inzaghi nel post partita: la battuta sul sorteggio!

Al termine della partita tra Inter e Lazio, ai microfoni di DAZN è intervenuto Simone Inzaghi. 

L’Inter si conferma in vetta alla Classifica grazie alla vittoria sulla Lazio per 2 a 0, portandosi a +4 sulla Juventus, dopo che quest’ultima ha pareggiato con il Genoa. A regalare i tre punti alla squadra di Simone Inzaghi è la coppia d’attacco Lautaro Martinez-Thuram, che con il passare del tempo trovano sempre più feeling in mezzo al campo.

Lazio-Inter, le parole di Inzaghi a fine partita

Dopo le due sconfitte nelle due precedenti stagioni, Simone Inzaghi riesce a battere la sua ex squadra all’Olimpico grazie alle reti dei suoi due attaccanti di fiducia, l’argentino e il francese. Al termine del match contro la Lazio, il tecnico nerazzurro è intervenuto ai microfoni di DAZN per commentare la prestazione della squadra:

Queste partite sono le classifiche partite che fanno felici noi allenatori: abbiamo sofferto tutti insieme, senza concedere tanto alla Lazio che è un’ottima squadra, e abbiamo vinto tutti insieme.

Le parole sui marcatori, la coppia d’attacco nerazzurra:

Thuram e Lautaro stanno facendo molto bene, ma in realtà tutta l’Inter. Sta sera avevamo tanti giocatori importanti a casa, ma nelle difficoltà siamo stati bravi perché abbiamo coperto bene il campo, la Lazio ha fatto possesso ma noi siamo stati li. Abbiamo concesso l’unica occasione a Rovella.

Distanza dalla Juve, ma anche tante altre partite:

Ostacoli per lo scudetto? Gli ostacoli sono le 22 partite di campionato che mancano, più le altre delle altre competizioni. Abbiamo fatto quattro ottimi mesi, ma ne mancano altri tanti: siamo in testa da parecchie giornate, ma dobbiamo continuare così, da squadra e da gruppo. Cambio i giocatori, ma mi danno sempre garanzie.

Le parole su Bisseck, schierato titolare:

Bisseck? È stato bravissimo, come tutti i suoi compagni: è stato un grande test per lui. La Lazio da quella parte ha grandi giocatori, non era una partita semplice, ma è un giocatore semplice che si applica. Ha anche imparato l’italiano, Pavard è voluto venire ma sarebbe stato un rischio sta sera. Ha avuto personalità, non è mai andato in affanno. I miei dirigenti sono stati molto bravi a prenderlo.

DAZN intervista Inzaghi
Inzaghi LaPresse spaziointer.it

Sulle partite che dovrà affrontare l’Inter e sui sorteggi della Champions:

Bisogna rimanere primi con tutte le forze, fra due giorni e mezzo abbiamo una partita di Coppa. Dovremo preparare bene la partita, affronteremo un avversario tosto. Per il campionato, mancano 22 partite, tanti punti: noi dovremo essere bravi ad andare avanti in tutte le competizioni.
Champions? Secondo me prendiamo il Manchester City, ma tutte le squadre sono forti, qualsiasi squadra uscirà sarà un bel campo di prova.

Sul passato alla Lazio:

La partita con la Lazio è una partita diversa dalle altre: 22 anni non si dimenticano, sarò sempre grato a questa società e ai tifosi. Sta sera sono felice per questa vittoria, ma difficilmente dimentico il bene e questi tifosi me li ricordo molto bene.

Impostazioni privacy