Marotta: “Turnover? Non esistono titolari”, poi l’annuncio su Lautaro

Le dichiarazioni dei protagonisti pochi minuti prima dell’inizio della sfida di Champions League tra Inter e Real Sociedad.

Questa sera l’Inter scende in campo a San Siro per cercare di ottenere il primo posto nel girone di Champions League. A sfidare i nerazzurri di Simone Inzaghi sarà la Real Sociedad che ha raccolto gli stessi punti della Beneamata dopo i primi cinque turni di coppe europee.

Marotta: “Lautaro? Ha fatto una dichiarazione di amore per l’Inter”

Nel prepartita l’amministratore delegato nerazzurro, Giuseppe Marotta, ha parlato ai microfoni di Infinity fornendo le sue sensazioni su questo match fondamentale per tutto l’ambiente Inter: “Passare per primi è importantissimo, per dare continuità ad un percorso vincente ed evitare sulla carta avversari insidiosi. Abbiamo un avversario di tutto rispetto. Siamo in un calcio moderno fatto di tante partite, ogni club deve allestire una rosa numericamente e qualitativamente importante, non parlerei di turnover ma di titolari e co titolari”.

Marotta ha poi parlato anche del rinnovo di contratto del capitano interista e beniamino del pubblico Lautaro Martinez: “Lautaro ha fatto una dichiarazione di amore per l’Inter, abbiamo come interlocutore un capitano ed un giocatore importante che vuole continuare con noi. Non so bene se chiuderemo l’accordo prima della fine del 2023 ma non ci saranno problemi”.

Marotta: "Turnover? Non esistono titolari", poi l'annuncio su Lautaro
L’AD Marotta parla del rinnovo di Lautaro Martinez nel prepartita della sfida contro la Real Sociedad (LaPresse – SpazioInter)

In seguito l’AD nerazzurro ha parlato anche ai microfoni di Sky Sport sempre in merito al rinnovo del numero 10 argentino: “Sarà un rinnovo che rispetta l’equilibrio del gruppo. Le parole di Lautaro sono proprio da capitano vero e sarà un rinnovo facile. Entro un mese? Anche prima spero”.

Sui ricavi Marotta ha spiegato: “Il brand è risalito dal punto di vista dell’appeal e questo ha portato un incremento di ricavi. Questo rappresenta un potere di fuoco in ambito sportivo per affrontare costi diversi. Dobbiamo poi viaggiare sempre con gli obiettivi sostenibilità e fair play finanziario”.

Sul suo rinnovo di contratto con l’Inter: “Si sa che giocatori, dirigenti e allenatori passano. Le società rimangono e l’importante è lavorare bene sia per il presente che per il futuro. Questo è il dovere di tutti e l’obiettivo, noi tutti lo stiamo portando avanti con grande convinzione e determinazione”.

Sul nuovo stadio: “Questo è un altro obiettivo importante. Non è facile perché in Italia c’è una burocrazia che impedisce la fluidità del percorso, oggi non abbiamo risposte concrete. Se ne occupa Antonello”.

Impostazioni privacy