Scontro Dzeko – Lukaku: solo macerie per l’Inter

L’Inter ha perso Edin Dzeko e Romelu Lukaku in estate per ripartire con un nuovo progetto ambizioso e innovativo.

I nerazzurri hanno sempre gli stessi obiettivi della scorsa stagione. Inzaghi vuole vincere trofei, con l’ambizione di tornare a fare benissimo in Champions League. Il sogno è stato solo sfiorato e l’idea è quella di fare di tutto pur di rivivere notti da batticuore come quelle di Istanbul.

La rosa è cambiata soprattutto in attacco e nei ricambi che possono entrare dalla panchina. Gli addii di Romelu Lukaku e di Edin Dzeko sono stati sicuramente pesanti da digerire ma la società ha provato a porre rimedio con calciatori con caratteristiche diverse.

Inter, addio Dzeko e Lukaku deleterio: c’è un colpevole

L’Inter ha perso calciatori importanti nell’estate appena trascorsa: da Lukaku a Dzeko, passando per Brozovic e Skriniar. La rosa titolare è rimasta pressoché la stessa dell’ultimo periodo vista in campo nella scorsa stagione ma non sembrano esserci stati miglioramenti effettivi, soprattutto dal punto di vista del gioco e delle possibilità di scelta per Inzaghi.

Gli addii più pesanti sono stati quelli dei due attaccanti, che hanno lasciato un vuoto molto importante. Se Thuram sta rispettando le aspettative ed è diventato fondamentale accanto a Lautaro Martinez, lo stesso non si può dire per Arnautovic e Sanchez, poco incisivi in questo inizio di stagione e inclini agli infortuni.

Dzeko Lukaku
Dzeko Lukaku (LaPresse) Spaziointer.it 11102023

Ma è stato svelato un particolare restroscena sull’addio di Edin Dzeko all’Inter. L’attaccante bosniaco ha svelato a Prime Video di essere andato via perché la società avrebbe voluto puntare soprattutto su Romelu Lukaku. “Sarei rimasto volentieri ma volevano dare più spazio a Lukaku“, aveva rivelato l’attaccante del Fenerbahçe qualche settimana fa.

E poi? Tuttosport rivela che proprio per colpa di Romelu Lukaku oggi si intravedono pesanti “macerie” nell’attacco dell’Inter. C’era un piano preciso che prevedeva l’addio del ‘Cigno’ per la permanenza del belga. E alla fine sono rimasti tutti fregati, tranne Lukaku che è tornato in Serie A e da protagonista assoluto con la maglia della Roma.

A farne le spese è stata certamente l’Inter, che ha dovuto cambiare all’ultimo i suoi piani e affidarsi a calciatori che non erano esattamente le prime scelte. Ora toccherà a Simone Inzaghi trovare la quadra giusta per la sua squadra e provare a far rendere al meglio tutti. La speranza dei nerazzurri è che la coppia Thuram – Lautaro Martinez non abbia mai problemi con il gol o rischierà di diventare un problema.

Impostazioni privacy