Inter-Bologna, passo falso Inzaghi: l’infortunio di Arnautovic pesa nelle rotazioni

Nella giornata di ieri è andato in scena l’anticipo delle ore 15 di Serie A che ha visto affrontare Inter e Bologna con quest’ultima che ha strappato un punto in rimonta.

La squadra di Simone Inzaghi non è riuscita ad andare oltre il 2-2 in una sfida che, nonostante un avvio straordinario, ha visto un Inter poco cinica sotto porta e in balia della fisicità avversaria. D’altro canto la squadra di Thiago Motta è riuscita a intrappolare la coppia d’attacco nerazzurra e a riempire il campo pur d’interrompere le giocate del centrocampo interista.

Un 2-2 amaro che ha fatto perdere di vista il primo posto a causa del gol di Pulisic in Genoa-Milan che ha regalato i 3 punti ai rossoneri all’87’. Vetta persa ma i meriti non sono solo dei rossoblù.

Super Bologna, contro Thiago Motta solo un pareggio

Dopo la sostituzione di Marcus Thuram, che Simone Inzaghi ha giustificato per scelta tecnica, l’Inter ha sofferto la fisicità e la voglia di risultato del Bologna. I nerazzurri non hanno avuto fame come i ragazzi dell’ex Psg e hanno presentato più di qualche limite fisico-tecnico.

Inter-Bologna 2-2, l'Inter perde la vetta
Inter-Bologna 2-2, l’Inter perde la vetta (ANSA) – SpazioInter.it

L’infortunio di Arnautovic ha complicato i piani di Inzaghi. Le rotazioni, con partite infrasettimanali di mezzo, diventano più difficili da fare quando hai bisogno di portare a casa la vittoria.

Inzaghi ha voluto puntare sulla continuità, come ribadito nel pre partita, ma la scelta non ha premiato. Sanchez poi, subentrato dalla panchina, non ha dato il guizzo che si aspettava, complice anche la scarsa condizione fisica.

Impostazioni privacy