In prestito dall’Inter, Fabbian continua a stupire: doppietta decisiva nell’ultima gara

Il baby talento Giovanni Fabbian, di proprietà dell’Inter, ha confermato il suo ottimo stato di forma nell’ultima partita di campionato.

Alla sua prima esperienza tra i professionisti, in prestito alla Reggina, il centrocampista italiano classe 2003 sta superando ogni aspettativa, diventando uno dei giocatori più importanti della rosa allenata da Pippo Inzaghi.

Inter Fabbian Reggina Doppietta

Fabbian, doppietta decisiva in Reggina-Ternana

L’ex tecnico del Milan fa difficilmente a meno di lui: finora, il centrocampista di proprietà dell’Inter ha collezionato ben 20 presenze stagionali, mettendo a referto ben 7 reti. Le ultime due, Fabbian le ha siglate proprio oggi pomeriggio, regalando così i 3 punti alla Reggina nella sfida interna contro la Ternana, terminata con il risultato finale di 2-1.

Nel post partita, Fabbian ha commentato la propria prestazione ai microfoni di Sky Sport:

“Oggi era importante vincere, volevamo riscattarci dopo l’ultima sconfitta. Sono contento per i gol segnati, ma soprattutto per il risultato di squadra. La Serie B è lunga e complicata, noi cerchiamo di fare il massimo in ogni partita, provando ad ottenere sempre il miglior risultato. Il tempismo negli inserimenti è sempre stata una caratteristica del mio gioco. Sono giovane e miglioro giorno dopo giorno: due o tre anni fa non ero così, sto cercando di crescere sotto questo aspetto”.

Su Cesare Casadei, suo ex compagno di squadra nelle giovanili dell’Inter, acquistato poi dal Chelsea, e sull’ipotesi di poter ripercorrere i suoi stessi passi:

Cesare è un mio grande amico, ci sentiamo sempre. Un futuro con lui nei Blues? La cosa importante ora per me è la Reggina. Io tengo i piedi per terra e continuo a lavorare dando il massimo, poi si vedrà. Non penso al futuro e non guardo altrove perché voglio dare tutto per questa maglia. Il mio focus è solo sulla Reggina”.

Ruggero Gambino

Sei qui: Home » News Inter » In prestito dall’Inter, Fabbian continua a stupire: doppietta decisiva nell’ultima gara