Dzeko, t’avessi preso prima: il bosniaco è il vero imprescindibile di Inzaghi

Dzeko aveva l’Inter nel destino da tre stagioni. Nell’estate 2019 e a gennaio 2020 il bosniaco era stato vicinissimo a vestire la maglia nerazzurra.

Una storia sbocciata in ritardo che è riuscita comunque a fiorire nel migliore dei modi.

Dzeko è il perno dell’attacco dell’Inter

Dzeko Inter Napoli

A 36 anni e 10 mesi si è reso protagonista dell’ennesima straordinaria prestazione contro il Napoli. Il bosniaco è stato costretto agli straordinari a causa dell’infortunio prolungato di Romelu Lukaku. 

Ed è proprio con Lukaku che Dzeko ha formato l’inedita coppia scelta da Inzaghi per la sfida di San Siro, una decisione che ha portato i suoi frutti visto il risultato al triplice fischio.

Il numero 9 nerazzurro è tra le note più positive in campionato. Autore dei gol decisivi negli unici due big match di campionato vinti finora dall’Inter è diventato una pedina fondamentale, imprescindibile per Inzaghi e per il suo attacco. 

LEGGI ANCHE:  Calciomercato Inter, retroscena Skriniar: è successo negli ultimi istanti di mercato!

“Gallina vecchia fa buon brodo” direbbe qualcuno, ed è proprio così: Dzeko si è caricato sulle spalle l’Inter e l’ha portata a una vittoria che definire fondamentale sarebbe riduttivo.

Tra gli infortuni e gli acciacchi del belga e di Correa e i momenti di astinenza da gol di Lautaro Edin ha sempre risposto presente diventando uno dei leader tecnici della squadra. 

E chissà come sarebbe il palmares dell’Inter se il Cigno fosse arrivato qualche stagione prima…

Sei qui: Home » Copertina » Dzeko, t’avessi preso prima: il bosniaco è il vero imprescindibile di Inzaghi