Inzaghi esce allo scoperto in conferenza sul futuro di Skriniar, cosa ha detto

Ritorno con il botto per l’Inter, pronta a sfidare il Napoli nel big match di domani in programma allo stadio San Siro. Una sfida che può dire tanto (se non tutto) sulle ambizioni tricolori della squadra di mister Simone Inzaghi, intervenuto nella consueta conferenza stampa di vigilia per presentare la sfida contro gli azzurri.

Di seguito, le parole del tecnico nerazzurro evidenziate dalla nostra redazione:

“Non vediamo l’ora di ripartire, abbiamo grande voglia di scendere in campo. L’anno scorso fu una partita molto emozionante che ci diede grande slancio per i mesi successivi. Affrontiamo una grande squadra, unica imbattuta in Europa. Ma giocheramo con grande voglia”.

Classifica e gara da dentro o fuori? “Chiaramente è importantissima, la tensione sarà più dalla nostra parte ma il bello del calcio è quello di poter disputare partite del genere”.

Attaccanti? “Posso dire che finalmente dopo tanto tempo ho i 4 attaccanti disponibili. Non li ho mai avuti tutti nel 2022. Lautaro è arrivato negli ultimi 4 giorni, Correa l’ho visto molto meglio. Dzeko e Lukaku hanno avuto più possibilità di allenarsi con la squadra ma il mio auspicio, al di là di domani, è quello di averli tutti durante il tour de force. Dovrò fare ancora delle valutazioni”.

Futuro Skriniar, parla Inzaghi

Skriniar condizionato per il rinnovo? “Assolutamente no! Milan dà sempre tutto in campo, è innamorato dell’Inter e, come lui, ci sono anche altri calciatori in scadenza. So di avere una società forte che è sempre con noi”.

Rimonta Scudetto? Sentite Inzaghi

Rimonta Scudetto? “Ci credo ancora, è certo. Mancano 23 partite alla fine, quindi ci sono tantissimi punti in palio. L’Inter e tutte le altre hanno voglia di accorciare, anche se il Napoli al momento è la miglior squadra d’Europa”.

Lukaku? “Conosciamo tutti le sue qualità, è tornato con grande voglia e con tanto sacrificio. Sappiamo che è un attaccante che ci dà soluzioni diverse e ci migliorerà ulteriormente. Siamo il secondo miglior attacco”.

Partita di domani simile a quella con il Barcellona? “Le partite sono tutte storie a sé. Andare a prendere quella con il Barcellona non è giusto perché era un momento particolare. Domani sarà importantissima, sappiamo che il Napoli ha grandissime individualutà. Ci sono momenti della partita in cui saremo aggressivi e altri meno. Creeo che sarà una bella partita, con due squadre che giocano benissimo. Il Napoli ha fatto qualcosa che non era mai successo prima”.

Preoccupazioni e certezze? “Riprendere dopo questo lungo stop è una cosa nuova. Sono più le preoccupazioni che le certezze. I ragazzi hanno lavorato bene, ci hanno dato dentro tutti. Ora sono tornati tutti ma chiaramente quelli che sono tornati dal Mondiale non possono avere la stessa condizione”.

Punti deboli del Napoli? “È una squadra che sta avendo un livello straordinario, una squadra che ha cambiato molto. Siamo l’Inter, affronteremo il Napoli con grande voglia e l’abbiamo sempre giocata nel migliore dei modi”.

Sconfitte Napoli a San Siro negli ultimi anni? “Sono solo statistiche. Dipende tutto dal campo e da come affronteremo la partita. Siamo preparati e vogliamo offrire una partita di gran livello ai nostri tifosi”.

Letterina di mercato? “Ho sempre i dirigenti con me, cercando sempre di restare operativi. Ma sappiamo tutti che momento è per le squadre italiane: vediamo cosa può succedere”.

Sei qui: Home » Inter Calcio - Le migliori notizie » Inzaghi esce allo scoperto in conferenza sul futuro di Skriniar, cosa ha detto