Riscatto Bellanova e Acerbi, cifre troppo alte: il piano di Marotta

Durante la sessione estiva di calciomercato, proprio di quest’estate, Beppe Marotta ha scelto di regalare a Simone Inzaghi: Raoul Bellanova e Francesco Acerbi. L’obiettivo era quello di colmare le lacune e arricchire la rosa con acquisti di grande qualità.

Il piano di Marotta per Bellanova e Acerbi

Stando a quanto riportato da Tuttosport, per il riscatto di entrambi si valuta uno sconto da parte del club detentore del cartellino (rispettivamente Cagliari e Lazio). Una manovra simile a quella che l’Inter stessa sta escogitando per il riscatto di Romelu Lukaku dal Chelsea.

Bellanova Acerbi Inter

La situazione Acerbi-Bellanova e l’idea dell’Inter

Per quanto riguarda il laterale classe 2000 del Cagliari, bisogna tener conto che difficilmente il 22enne ex Milan sceglierà di giocare la Serie B con il club sardo. Bellanova è arrivato all’Inter grazie ad un prestito oneroso con diritto di riscatto fissato a 7 milioni di euro, ma non ha trovato il minutaggio sperato, grazie anche ad una stagione mostruosa da parte del proprietario di quella fascia: Denzel Dumfries.

LEGGI ANCHE:  Nuovo sponsor per l’Inter? C’è una novità in vista del futuro

La situazione Acerbi è più complicata. Il riscatto dalla Lazio è fissato a 4 milioni di euro che, però, sommati ai 2.6 milioni di ingaggio, risultano un po’ elevati, soprattutto per un classe 1988. Tuttavia, il difensore ex Sassuolo è da sempre un pallino di Inzaghi, che adesso spinge per tenerlo in nerazzurro.

Sei qui: Home » News Inter » Riscatto Bellanova e Acerbi, cifre troppo alte: il piano di Marotta