La leggenda difende Lautaro: “Non è colpa sua, non sta funzionando nell’Argentina”

Inizio di Mondiale sicuramente al di sotto delle aspettative per Lautaro Martinez.

L’attaccante dell’Inter, partito per il Qatar con il peso di essere il centravanti titolare dell’Argentina, per il momento non ha trovato la via della rete.

Tanto lavoro per la squadra e la solita generosità, questo sì, ma il popolo albiceleste da lui si aspetta sicuramente qualcosa di più: i gol, prima di tutto.

Batistuta difende Lautaro

Batistuta: “Lautaro non può fare miracoli”

A prendere le difese di Lautaro Martinez ci ha pensato Gabriel Batistuta, forse il centravanti più iconico e amato nella storia della Nazionale argentina.

Certamente il più prolifico, con i suoi 54 gol (secondo solo a Messi) di cui 10 segnati nelle tre spedizioni mondiali cui ha preso parte.

LEGGI ANCHE:  Skriniar al PSG, poche ore per chiudere: una mossa può convincere l'Inter a cederlo subito

Un autentico trascinatore, Batistuta, a cavallo tra gli anni 90 e l’inizio degli anni ‘2000. Uno che sa quanto è difficile incidere con la maglia della propria Nazionale addosso:

Lautaro è un grande giocatore, che sa essere decisivo, ma in mancanza di gioco non possiamo chiedergli i miracoli“, ha detto BatiGol ai microfoni di ESPN.

“Quando la squadra lavora bene, i calciatori salgono di livello. Lautaro ha sofferto un po’ perché l’Argentina in queste due partite non ha funzionato come ci si aspettava”.

PIERFRANCESCO VECCHIOTTI

Sei qui: Home » News Inter » La leggenda difende Lautaro: “Non è colpa sua, non sta funzionando nell’Argentina”