Sei qui: Home » News Inter » Inzaghi: “Con il Viktoria Plzen è una finale”, poi la risposta sulla convocazione di Lukaku

Inzaghi: “Con il Viktoria Plzen è una finale”, poi la risposta sulla convocazione di Lukaku

Intervenuto in conferenza stampa per presentare il prossimo importante match di Champions League contro il Viktoria Plzen, Simone Inzaghi ha parlato così ai microfoni di InterTV.

CONFERENZA INZAGHI

PARTITE FACILI – “L’anno scorso abbiamo avuto una situazione analoga, quest’anno capita la stessa cosa e dobbiamo fruttare l’occasione. Sarebbe importantissimo vincere domani, per centrare il primo obiettivo stagionale“.

RIENTRO LUKAKU E BROZOVIC – “Romelu se conferma gli ultimi allenamenti verrà convocato, sta lavorando con entusiasmo e voglia. Giocatore importantissimo per noi ma è in netta crescita. Brozovic manca ancora qualche giorno, vedremo se riusciremo ad accelerare. Sta lavorando due volte al giorno per rientrare velocemente“.

FASE DIFENSIVA – “Con una squadra come la nostra, con i difensori che abbiamo siamo stati troppo imprecisi lì dietro. Quando si parla di fase difensiva, però, bisogna includere tutta la squadra. C’è differenza tra le reti prese in casa e in trasferta, bisognerà lavorare di più ma i gol concessi rispetto all’anno scorso sono molto diversi e lo abbiamo visto anche contro la Fiorentina. Quel gol al 90′ sul 2-3 non possiamo concederlo“.

SUL VIKTORIA PLZEN – “Domani sarà una finalissima, siamo nelle stesse condizioni dell’anno scorso e possiamo ottenere la qualificazione con un turno d’anticipo in un girone molto più difficile. A Monaco sarebbe durissima vincere così come a Madrid l’anno scorso“.

RINNOVO SKRINIAR – “Ho la fortuna di avere dei dirigenti bravissimi che si stanno occupando della situazione di Milan e di tutti gli altri giocatori in scadenza. Skriniar veniva da un brutto infortunio ed è in netta crescita così come tutta la squadra. Da allenatore spero che situazioni come queste vengano risolte nel miglior modo possibile“.

Simone Inzaghi
Inzaghi Inter Champions League

LE CRITICHE – “Penso che noi allenatori siamo giudicati in base ai risultati, quello che ho in testa è la partita di domani. Centreremmo il primo obiettivo stagionale e al momento del sorteggio quasi nessuno poteva immaginarlo. Manca l’ultimo passo, lì la squadra forte deve venire fuori“.

LEGGI ANCHE:  Marotta non ci sta: "Il costo dei giocatori è un problema!"

MONDIALE – “I giocatori li vedo sereni, lavorano bene pensando all’Inter, e qui che dovranno fare le migliori prestazioni per poi essere al meglio al Mondiale”.

CONFERENZA MKHITARYAN

RITORNO DI LUKAKU – “Ovviamente è un giocatore importantissimo così come Brozovic. Li stiamo aspettando entrambi perchè sono fondamentali per noi. In questa squadra non si gioca solo in 11 ma con tutte le persone all’interno di questo club“.

SU ASLLANI – “Il mister sceglie la squadra, noi proviamo ad aiutare la squadra ed i compagni. Asllani è un giocatore con grande potenziale, ha tanta voglia di migliorare avendo un grande potenziale. Abbiamo bisogno di giovani come lui, può aiutarci a vincere le partite“.

SUL MIGLIOR RUOLO – “Mi trovo bene a giocare, non m’importa dove. Ovviamente preferisco giocare più vicino alla porta ma anche a centrocampo non c’è differenza. Giocare accanto a Calhanoglu e Barella non mi dispiace, sono molto bravi e sono contento di giocare con loro“.