Sei qui: Home » News Inter » Caos Fiorentina-Inter, accuse a Commisso: risponde il club toscano

Caos Fiorentina-Inter, accuse a Commisso: risponde il club toscano

Non si fermano le polemiche dopo Fiorentina-Inter. Il club toscano ha voluto rispondere alle dure insinuazioni fatte da alcuni quotidiani che “mettevano in cattiva luce” la figura del Presidente Commisso, accusato di azioni aggressive e intimidatorie ai danni dello spogliatoio nerazzurro.

La Fiorentina ha voluto anche specificare come al termine della partita Giuseppe Barone e il Presidente dell’Inter Steven Zhang abbiano avuto una conversazione di chiarimento.

Di seguito il comunicato:

ACF Fiorentina rende noto che il Presidente dell’Inter Steven Zhang ha parlato dopo la partita con il Direttore Generale della Fiorentina Giuseppe Barone. 

Zhang Fiorentina Inter

“Nessuna azione aggressiva e intimidatoria”

Il Presidente nerazzurro ha chiarito che né lui, né altri Dirigenti della sua società hanno mai riferito, in nessuna circostanza e a nessun interlocutore, quanto riportato da alcune testate giornalistiche nella serata di sabato, dopo la partita, ossia presunte azioni aggressive e intimidatorie commesse dal Presidente Rocco Commisso nella zona dello spogliatoio della squadra ospite, fatti mai avvenuti.

La Fiorentina ha preso atto delle parole del Presidente Steven Zhang e intende sottolineare come, evidentemente, alcuni rappresentanti della stampa non esitino a mettere in cattiva luce il Presidente Rocco Commisso senza compiere il dovuto e accurato controllo sull’attendibilità delle informazioni e delle proprie fonti, così attribuendo pubblicamente al Presidente viola comportamenti fortemente negativi che non trovano riscontro nella realtà.

“Fiorentina vittima di scorrettezza”

Purtroppo la Società viola deve segnalare e lamentare che, per l’ennesima volta negli ultimi anni, la Fiorentina e di conseguenza i propri tifosi, sono vittime della scorrettezza e dell’imprecisione di alcuni rappresentanti della stampa che, senza puntuali conferme, hanno lanciato una notizia inequivocabilmente falsa causando un grave danno di immagine al Club e al suo Presidente.

Ribadiamo che la Fiorentina ha grande rispetto per i giornalisti e per il loro lavoro, ma pretende che lo stesso rispetto venga dimostrato nei confronti del Club e delle persone che ci lavorano, evitando di diffondere notizie senza riscontri o che, in seguito a necessarie verifiche, non trovino alcun fondamento nei fatti realmente avvenuti”.