Casadei show con il Chelsea: venderlo è stato un errore?

Cesare Casadei, prodotto della primavera dell’Inter, passato dall’Inter al Chelsea per 15 milioni di euro più 5 di bonus, senza aver mai giocato una partita in prima squadra, è stata una delle migliori trattative intavolate dai nerazzurri negli ultimi anni.

Il giovane azzurro però sta confermando le buone parole dette su di lui negli ultimi tempi.

Statistiche di Casadei al Chelsea

In 4 presenze con il Chelsea Under 21 Cesare Casadei ha già segnato tre reti.

L’ultima rete è arrivata contro il Manchester United, anche se il giovane ex Inter ha rimediato un’espulsione per doppia ammonizione che ha consentito ai Red Devils di rimontare il risultato chiudendo la partita sul 3 a 3.

Casadei
Casadei show Chelsea

Potter valuta l’inserimento in prima squadra

Nonostante ciò il Chelsea è consapevole di avere un talento generazionale nella propria accademy. Infatti proprio il nuovo tecnico Graham Potter, come riporta Tuttosport, sta valutando di settimana in settimana il suo possibile inserimento in prima squadra.

LEGGI ANCHE:  Inter Atalanta, le formazioni ufficiali: la scelta di Inzaghi su Skriniar

Infatti Casadei potrebbe rivelarsi il centrocampista prolifico che manca alla squadra londinese.

Cedere Casadei è stato un errore?

Vedendo queste statistiche sicuramente viene da pensare che il giovane talento sia stato ceduto troppo in fretta.

Ma vi è da riflettere su due punti importanti:

  1. La situazione economica dell’Inter e l’urgenza di vendere
  2. 20 milioni complessivi per un giovane che non ha mai giocato in prima squadra

Sul talento di Cesare Casadei non vi è alcun dubbio, tanto da essere stato valutato così tanto dalla dirigenza nerazzurra.

Però analizzando la situazione dell’Inter di quest’estate si deve considerare che anche grazie alla cessione di Casadei per una cifra così alta l’Inter ha potuto tenere in rosa tutti i top player senza dover ripetere il mercato dell’anno prima.

Giacomo Pio Impastato

Sei qui: Home » News Inter » Casadei show con il Chelsea: venderlo è stato un errore?