Sei qui: Home » News Inter » Inzaghi: “Udinese squadra ostica, dovremo affrontarla da Inter. Sarà determinante un fattore”

Inzaghi: “Udinese squadra ostica, dovremo affrontarla da Inter. Sarà determinante un fattore”

L’Inter domani scenderà in campo, ad ora di pranzo, contro la sorpresa di questo inizio di stagione: l’Udinese di Sottil. I nerazzurri sono reduci da due vittorie consecutive tra campionato e Champions League e vogliono continuare positivamente questa striscia per affrontare la sosta nel migliore dei modi.

I bianconeri invece vogliono continuare a stupire e faranno di tutto per mettere in difficoltà i ragazzi allenati da Simone Inzaghi. Lo stesso tecnico nerazzurro non ha parlato in conferenza stampa alla vigilia ma ha, comunque, rilasciato alcune dichiarazioni ai canali ufficiali del club, direttamente da Appiano Gentile

Inter, Inzaghi, Intervista
Inter, Inzaghi, Intervista

Fiducia ritrovata?Veniamo da due vittorie consecutive, ma sappiamo che giocando ogni due giorni non è semplice. Adesso andiamo a Udine, sarà una gara molto, molto impegnativa contro una squadra che sta molto bene”.

Il leader è il gruppo: “Assolutamente sì, giocando così tanto ho bisogno di tutti, chiaramente per noi allenatori è un grandissimo segnale quando vedi che cambiando giocatori riesci sempre a mantenere una squadra compatta e determinata”

L’Udinese arriva da 4 vittorie di fila: “Bisognerà fare molta attenzione, è una squadra in salute, molto ben allenata, con giocatori di quantità e qualità. Bisognerà fare una partita di corsa, di aggressività e di determinazione perché troviamo la squadra con la miglior striscia di vittorie in campionato

LEGGI ANCHE:  Inzaghi: "Concentrati e determinati per vincere! Roma? Sanno farlo alla perfezione"

Una delle più in forma: “Sicuramente sono tra i più in forma in Serie A, sappiamo che troveremo una squadra ostica, dovremo affrontarla da Inter“.

Quanto sarà importante l’approccio? “Sarà determinante perché l’Udinese è un squadra che segna nei primi minuti delle gare e bisognerà approcciare la partita nel migliore dei modi”.