Sei qui: Home » News Inter » Materazzi rassicura l’Inter: “Solo un problema estivo”. Poi il commento su Skriniar!

Materazzi rassicura l’Inter: “Solo un problema estivo”. Poi il commento su Skriniar!

L’ex difensore dell’Inter, Marco Materazzi, ha concesso un’intervista a La Gazzetta dello Sport dove ha parlato dell’Inter: dal possibile addio di Skriniar al ritorno di Romelu Lukaku.

Addio a Skriniar? Tutti i giocatori dell’Inter protagonisti in questi ultimi anni sono fondamentali e intoccabili, lo sappiamo. Però bisogna fidarsi di quello che fa la società. Qualche anno fa aveva garantito: “Torneremo ai massimi livelli”. Così è stato: prima lo scudetto, poi lo scorso anno altri due trofei e un campionato perso in maniera un po’ così…“.

Sui tanti gol incassati: “È un problema estivo, la qualità dei giocatori non si discute. Ricordiamoci che Skriniar ha passato diverso tempo in infermeria per l’infortunio rimediato a giugno e sta ritrovando la condizione. Con i centrali al top, non ci saranno più problemi

Inter Skriniar
Inter Skriniar

Inoltre, il Campione del Mondo ha parlato anche dell’equilibrio da ritrovare con il ritorno in nerazzurro di Romelu Lukaku: “Lukaku ha fatto una scelta, quella di tornare, dopo un anno passato praticamente in naftalina. Ha bisogna di ritrovare i 90’ per esprimere tutto il suo potenziale. Una volta ritrovata quella continuità di prestazione, non ci saranno più problemi. C’è tanto affiatamento con Lautaro, tutto verrà naturale”.

Ha poi parlato anche delle pretendenti allo scudetto e dei possibili rinforzi in difesa per l’Inter, ovvero Akanji o Acerbi: “Anche le altre squadre si sono rinforzate, soprattutto la Roma. Akanji non lo conosco ma mi fido ciecamente di quello che fa la società. Su Acerbi poco da dire: sempre sul pezzo, lavora tanto e parla poco. E Inzaghi lo conosce bene, questo è un fattore importante”.

Migliorare l’Inter non è mai facile. Ha perso Perisic che era un ago della bilancia importante. Di conseguenza, mi aspetto tanto da Gosens: uno che fa 11-12 gol a stagione non si può discutere. Le stesse cose che faceva all’Atalanta ora deve farle all’Inter, è qui che si vede la differenza tra il campione e il giocatore normale. Ha una grandissima opportunità e lui lo sa. L’anno scorso Perisic ha fatto talmente bene che era difficile pensare di spodestarlo, quest’anno la fascia è sua, ma deve dimostrare di meritarla, perché Dimarco è pronto e mi piace tanto”, infine ha concluso così l’ex calciatore nerazzurro