Inter, niente anticipo all’ultima giornata per un motivo preciso: le ultime!

A due giornate dalla fine del campionato è emerso un problema riguardante il giorno destinato ai festeggiamenti dei futuri campioni d’Italia, che siano gli interisti o i milanisti.

L’idea della lega era quella di anticipare Sassuolo-Milan e Inter-Samp a sabato 21 maggio (ore 15). Così facendo, ci sarebbe stata la possibilità di festeggiare la vittoria del campionato, a prescindere dai vincitori, la domenica a San Siro.

Getty Images, San Siro, Meazza, Inter

Il problema, però è rappresentato dal concertone organizzato da Radio Italia in piazza Duomo a Milano proprio nella giornata di sabato.

Sarebbero evidenti i problemi di ordine pubblico con una delle due tifoserie in centro a festeggiare e piazza Duomo, abituale palcoscenico per celebrare i trionfi sportivi.

A questo punto, dal Ministero dell’Interno è partita una comunicazione diretta alla Lega in cui si chiedeva di valutare la possibilità di calendarizzare gli impegni delle milanesi per la giornata di domenica 22.

Come sottolinea La Gazzetta dello Sport, La risposta è stata affermativa con l’inizio delle partite alle 15. Una soluzione pensata per poter permettere i festeggiamenti a San Siro. In questo caso nel giorno stesso di partita.

Se dovesse vincere l’Inter nessun problema, dato che avrà l’ultima partita in casa, diverso è il discorso del Milan, visto che giocherà in trasferta. L’idea sarebbe di far affluire i tifosi rossoneri una volta svuotato il Meazza nerazzurro. Anche in questo caso, però, potrebbero crearsi problemi di ordine pubblico. Aggiornamenti nei prossimi giorni, i contatti tra club e questura sono continui e al momento non c’è ancora nulla di deciso.