Inter, step by step, sperando che Bologna sia un semplice ricordo

L’Inter torna a vincere, a Udine, dopo il pesante ko di mercoledì scorso a Bologna. Gli uomini di Inzaghi non mollano e credono ancora allo scudetto.

La squadra vista ieri non è stata la schiacciasassi ammirata più volte in stagione, ma ha portato a casa tre punti fondamentali e, arrivati a questo punto della stagione, la cosa più importante è questa.

La bravura di Inzaghi e i suoi uomini, piuttosto, risiede su un altro aspetto, ossia quello mentale. Il ko contro il Bologna summenzionato, il seguente mancato sorpasso al Milan, la stessa vittoria dei rossoneri, ieri, contro la Fiorentina, prima che giocassero i nerazzurri, non ha destabilizzato minimamente capitan Handanovic e i suoi compagni.

Udinese-Inter
GettyImages Udinese-Inter

I nerazzurri sono rimasti concentrati, bravi a sfruttare le occasioni avute e bravi a controllare il gioco, seppur il gol subito a circa quindi minuti alla fine dal match abbia fatto tremare più di un tifoso.

La strada giusta è quella di ieri, tre partite al termine di una stagione travagliata, di un duello che fino ad ora è stato bello, ma nello stesso tempo pieno di incertezze. L’Inter non può permettersi più di sbagliare, e potrebbe non bastare comunque.

La speranza è che i cugini rossoneri possano inciampare da un momento all’altro, per superarli e riprendersi il trono di Milano.

A prescindere dal calendario, che spesso lascia il tempo che trova, i nerazzurri non possono non crederci, anzi, purché i cugini rossoneri si dimentichino qualche punticino per strada e la beneamata non ripeta quanto fatto a Bologna.