L’agente di Radu attacca: “Errore contro il Bologna? Successo per un motivo!”

Oscar Damiani, agente di Radu, è tornato a parlare a Tuttosport del suo assistito difendendolo dalle critiche e definendo il futuro. Le sue parole.

Quello che è successo dopo la gara:Gli ho mandato un messaggio per rincuorarlo. Mi auguro che possa giocare ad Udine, per dimostrare tutto il suo valore. Le capacità di Radu non devono essere messe in discussione. A Genova sanno quanto è forte. Stare due anni senza giocare ed essere lanciati nella mischia in una partita come quella di Bologna, non è facile. Senza colpevolizzare nessuno, l’errore rimane. Ma da ex calciatore penso proprio che se avesse giocato un po’ di più, questo infortunio, forse, non sarebbe capitato”.

Sul motivo delle poche partite giocate da Radu: “Bisognerebbe chiederlo a chi di dovere. Certamente Handanovic non è uno che dice: “Fate giocare il secondo”. Vuole giocarle tutte. Inzaghi ha preso le sue decisioni. Voglio però sottolineare le belle parole del tecnico nerazzurro su Radu. Non ha colpevolizzato il ragazzo, se l’Inter avesse segnato il 2-0, tutto questo non sarebbe successo“.

Prosegue: “Queste parole aiuteranno Andrei a superare il momento. La cosa forse più grave è che l’episodio è successo in un momento difficile. Tutto diventa più mediatico. Fosse capitato alla prima di campionato, avrebbe avuto meno impatto“.

Radu
Ionut Radu

Sulla costruzione dal basso:Credo sia giusto farla. Andrei di piede è forte. Ma penso anche che talvolta un bel calcio lungo, aiuti. Se l’attaccante sa che il portiere può anche rilanciare lontano la palla, non pressa sempre“.

Sul futuro: “Probabilmente le strade con l’Inter si separeranno. I nerazzurri, da oltre un anno, hanno già preso una scelta che prevede l’ingaggio di Onana. Anche questo psicologicamente non aiuta. Non devono essere delle giustificazioni, né si devono cercare scuse: il messaggio più importante è che Andrei è molto forte. Si rialzerà“.

Sul rischio che diventi il nuovo Gresko:No, reagirà, già dalla partita di Udine, se dovesse giocare“.

Simone Borghi