ESCLUSIVA, Dalmat è sicuro: “L’Inter può vincere per un motivo”

Le parole di Stephane Dalmat in esclusiva per spaziointer.it.

L’intervista

Stephane Dalmat ha giocato all’Inter dal 2001 al 2003, collezionando 48 presenze e mettendo a segno 3 reti. È rimasto tifosissimo dell’Inter e spera che anche il suo figlio più piccolo possa diventare nerazzurro. Di seguito verrà riportata l’intervista integrale.

Ciao Stephane, qual è il tuo ricordo più bello legato alla tua esperienza all’Inter?

“Ciao. Sicuramente i due anni e mezzo passati in nerazzurro mi son rimasti nel cuore. Il ricordo più bello è stato il mio primo goal a San Siro contro la Fiorentina“.

C’è un giocatore della tua esperienza in nerazzurro che hai ammirato più di tutti?

Sembra scontato, ma sicuramente Ronaldo. Ma ho ammirato tantissimo anche Clarence Seedorf e Christian Vieri.

Ti aspettavi che l’Inter fosse in grado di ambire al titolo dopo la rivoluzione estiva?

A dire la verità no. Quando cambi un allenatore come Conte e due giocatori come Hakimi e Lukaku è difficile, ma con Inzaghi e Dzeko hanno fatto due grandi acquisti e stanno facendo una bella stagione. La forza del gruppo supera le individualità come quella di Lukaku“.

A proposito di Conte: tu hai giocato nel Tottenham, lui può essere l’uomo giusto per portare un titolo che manca da tanto tempo?

Secondo me non basta Conte: sulla carta ci sono Chelsea, Liverpool e Manchester City che sono superiori. Conte è un ottimo allenatore, ma non è un mago“.

Che meriti ha invece Simone Inzaghi?

Sicuramente il tipo di gioco che ha dato alla squadra è un grande merito. Ad Inzaghi va lasciato il tempo e io credo nelle sue capacità. Può essere difficile aspettare, ma gli va data fiducia“.

Intervista Dalmat Inter Milan Scudetto

Chi è la favorita nella lotta scudetto?

Ci sono tre squadre che sono lì a lottare per vincere. È difficile dire chi vincerà alla fine tra Napoli, Inter e Milan però penso che trionferà l’Inter perché più esperta: è un campionato entusiasmante“.

Stasera si giocherà la semifinale di ritorno di Coppa italia tra Inter e Milan: chi passerà il turno?

Io dico che vincerà l’Inter per 1-0 e onestamente è quello che spero. Il calcio però è uno sport strano, forse l’unico in cui nulla è certo. Stasera vedremo se il campo mi darà ragione“.

Per concludere: qual è il giocatore nerazzurro che può essere decisivo nel finale di stagione? Ce n’è uno in cui ti rivedi?

Per me potrebbe essere decisivo Dzeko, ha tanta esperienza per risultare decisivo. Uno in cui mi rivedo? Probabilmente Barella è simile a me per caratteristiche di gioco e di ruolo“.