Inzaghi in conferenza: “Brozovic fondamentale. Domani sarà importante non sbagliare una cosa!”

Si avvicina il big match tra Juventus e Inter, in programma domani sera alle 20.45, valido per la trentunesima giornata di Serie A. Una partita da dentro o fuori per entrambe le squadre che per restare in scia delle altre devono cercare la vittoria ad ogni costo.

A presentare la sfida è Simone Inzaghi in conferenza stampa.

Le sue parole:

Penso che domani sarà una partita molto importante, non poteva esserci partita migliore per dare un segnale forte all’ambiente e a noi stessi

Brozovic: “Io penso che tutti quanti sappiamo dell’importanza di Brozovic, Marcelo nel suo ruolo è fondamentale, ci è mancato tanto. Oggi insieme a De Vrij farà l’intero allenamento e poi vedremo, ma sicuramente è un recupero importante

Partita decisiva?: “Sì, è normale. I ragazzi ieri hanno fatto un buon allenamento, tocca a noi far di più in questo momento. Nelle ultime sette partite abbiamo perso punti e sappiamo che con corsa, aggressività e determinazione domani dovremo fare una grande partita contro un avversario di grandissimo livello

Grande occasione per riprendere in mano il campionato: “Sì io penso che tutte le squadre nelle prime posizioni hanno avuto questi problemi. Ad inizio anno personalmente avrei messo la firma per essere messo così, con una Supercoppa vinta e aver superato gli ottavi di Champions”

C’è delusione per i risultati delle ultime giornate, abbiamo voglia di fare risultato domani. Ci sono ancora nove finali e domani sarà la più impegnativa. Io penso che il derby d’Italia non è una partita uguale alle altre, è molto sentita. Sappiamo che dobbiamo andare a fare una grande partita, inciderà sicuramente sul morale e sulla classifica

Critiche: “Fanno parte del nostro mestiere e vanno accettate, ho l’intelligenza, però, di saperle distinguerle”

C’è un giocatore della Juventus che avete studiato?Penso che la Juve la conosciamo abbastanza bene, normale che a gennaio con Vlahovic e Zakaria hanno fatto investimenti importanti. Nonostante questi due ottimi acquisti la Juventus era comunque fortissima. Tutti gli attaccanti sono da tenere in considerazione

Approccio sbagliato nelle ultime partite:Gli approcci con Fiorentina e Torino non mi sono piaciuti, quindi dobbiamo cercare di approcciare meglio la gara, domani sarà determinante anche questo aspetto”

Conte l’anno scorso decise di lasciare, lei rimarrebbe?: “Noi allenatori dipendiamo sempre dai risultati e dalle prestazioni, sono contentissimo della scelta che ho fatto a giugno. Ho preso una squadra che ha vinto lo scudetto e che ha perso diversi giocatori ma io e il mio staff abbiamo fatto un grandissimo lavoro. Adesso siamo in piena corsa su tutto e una Coppa già in bacheca però è normale che in una squadra come l’Inter siano arrivate le critiche”

Barella: “In questi giorni ha lavorato molto bene come Bastoni, come Vidal come Sanchez che hanno ricevuto delle forti delusioni dalle proprie nazionali ma devono essere bravi a lasciarle alle spalle

Allegri dice che siete ancora favoriti:Penso che ognuno è libero di dire quello che vuole. Con Allegri c’è un grande rispetto reciproco”

Il fatto di aver battuto spesso la Juve può essere l’arma in più? “Quando affronti la Juventus la partita ti carica. Sappiamo che domani giocheremo in trasferta e non saremo nel nostro stadio e con i nostri tifosi e abbiamo il dovere e l’obbligo di fare una partita da vera Inter

Mancato apporto dei centrocampisti: “Io penso che sia un discorso generale, se andiamo a vedere i dati l’indice di pericolosità è rimasta uguale rispetto ai mesi bellissimi. Stiamo lavorando sui nostri difetti per cercare di migliorarci”

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI