Sei qui: Home » News Inter » Klopp fa gli applausi all’Inter: l’ha detto l’allenatore del Liverpool

Klopp fa gli applausi all’Inter: l’ha detto l’allenatore del Liverpool

Intervistato nel post partita del match di Champions tra Liverpool e Inter, Jurgen Klopp ha parlato sia in conferenza stampa che ai microfoni di Sky Sport commentando il match dal suo punto di vista.

Ecco le sue dichiarazioni in conferenza stampa:

Nel calcio devi anche saper perdere le partite giuste. In questo momento sono molto contento della qualificazione, ero convinto fin dal sorteggio che sarebbe stata una partita molto difficile. L’Inter è un’ottima squadra, ma noi abbiamo avuto le nostre occasioni senza però riuscire a segnare. Nei primi 20 minuti abbiamo perso palla in situazioni strane, ma alla fine bisogna rispettare la qualità dell’avversario e lo abbiamo fatto. La qualificazione è meritata, adesso andiamo avanti. Sanchez? Non è riuscito a fermarsi ed è franato addosso a Fabinho in maniera abbastanza scomposta, a volte la passione può portare a questo. Il calcio italiano? Molto bene, molto bene. Mi piace tanto. Entrambe le squadre di Milano sono forti, con giocatori e stili diversi, ma anche il progetto del Milan mi piace molto così come l’approccio. L’Inter ha più esperienza e un approccio diverso, è difficile liberarsi da loro. Hanno qualità eccezionali entrambe le squadre. Anche l’Atalanta ci ha messo in difficoltà, poi la Juventus che conosciamo tutti, poi il Napoli che abbiamo affrontato spesso. Siamo esperti di calcio italiano, quando sai che devi affrontare certe squadre non fai festa, sai che sarà difficile“.

Klopp Liverpool Inter

Queste, invece, le dichiarazioni a Sky Sport:

Non sono completamente soddisfatto di questa partita, ma sono molto soddisfatto di aver passato il turno. Mi sembra giusto che noi abbiamo vinto una partita e loro un’altra, ma meritavamo di passare noi. I miei complimenti all’Inter e ad Inzaghi, sono una squadra davvero difficile da affrontare. Ma ora pensiamo ai quarti che è l’unica cosa che conta“.