Sei qui: Home » News Inter » Barella: “Mi innervosisco quando succede! È successo anche a Napoli e Milan”

Barella: “Mi innervosisco quando succede! È successo anche a Napoli e Milan”

Nicolò Barella, nel post partita di Inter-Salernitana, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport.

Queste le sue parole: “L’ultimo periodo è stato un po’ strano, le idee non venivano e le giocate non riuscivano. Sono contento per la squadra e per gli assist. Le critiche fanno parte del gioco, non è un problema per me, mi innervosisco quando non riesco ad aiutare la squadra. Ci serviva una gara come questa, qualche gol in più ci da fiducia”.

Lo scudetto: Sia noi che Napoli che Milan abbiamo lasciato punti per strada, è un campionato dispendioso. Abbiamo il destino nelle nostre mani, dobbiamo riprendere da quanto fatto nella prima parte di stagione. Il campionato è aperto, non so bene cosa ha detto Allegri, la Juve è una grande squadra, c’è distacco ma se non vinciamo loro possono rientrare“.

Il Liverpool: Speriamo che questa partita ci abbia dato uno slancio anche per Liverpool, mi dispiace non poter aiutare la squadra. Vidal che mi ha sostituito all’andata è stato il migliore in campo e sono felice per lui. Queste partite devi avere voglia e non paura di giocarla, hai tutto da guadagnare e poi si dice che l’Inter è pazza e chissà che succede”.

Nicolo Barella

Queste le sue parole a Dazn: “Avevamo bisogno di fare tanti gol, nell’ultimo periodo creavamo tanto ma senza riuscire a segnare. Non penso a ciò che dicono i giornali, io so quando faccio male e quando bene. Oggi ho dato una mano ai miei compagni e sono felice.

LEGGI ANCHE:  Non solo Milan e Napoli, una big piomba su Dybala: altra concorrente per l'Inter

Ci sono periodi in cui ti esce tutto e alcuni in cui non esce niente, per me non è stato facile. Non ero dispiaciuto per gli assist o i gol ma perché non riuscivo ad aiutare la squadra, questo mi pesava e con oggi spero sia passato quel periodo.

Nell’ultimo periodo non mi uscivano le cose che volevo fare ed avevo una voglia di spaccare il mondo che mi faceva solo male, oggi sono stato incisivo e sono contento.”

“Giocare tanto assieme ci ha aiutato, anche se la connessione tra me e Lautaro ultimamente non stava funzionando bene. Appena ho la possibilità di dargli il pallone cerco di farlo, questa giocata non la proviamo sempre ma spesso ne ho l’occasione. L’assist di esterno è stato bello ma anche lui ha fatto una grande giocata, eravamo i più criticati e sono felice per lui, come per Edin, è sempre importante che segnino tutti e due gli attaccanti.”

Stefano Cori e Simone Borghi