Sei qui: Home » News Inter » Inter-Milan, Inzaghi in conferenza: “Rigore? Sarà lui a batterlo. Scudetto? Attenzione ad una squadra!”

Inter-Milan, Inzaghi in conferenza: “Rigore? Sarà lui a batterlo. Scudetto? Attenzione ad una squadra!”

Buongiorno e benvenuti amici di SpazioInter. Quest’oggi seguiremo per voi la conferenza stampa live di Simone Inzaghi che presenterà il derby di domani contro il Milan, in programma alle 18. Un match fondamentale per entrambe le squadre: l’Inter vuole allungare – in maniera decisiva – sul Milan, secondo assieme al Napoli e a meno 4 dai nerazzurri ma con una gara in più.

I nerazzurri giocheranno col classico 3-5-2: davanti dovrebbe esserci Lautaro Martinez assieme ad Edin Dzeko. Dumfries dovrebbe partire dal 1′ a destra. Tanti, invece, i dubbi di Pioli, che dovrebbe rinunciare a Ibra. In dubbio anche Tomori e Rebic. Davanti ci sarà Giroud con Leao a sinistra e Kessié trequartista. Inzaghi presenterà il match alle ore 12.30. Appuntamento a tra pochissimo!

Inizia la conferenza di Inzaghi

Come arriva a questo derby?

Siamo consapevoli delle nostre qualità. Dobbiamo fare la nostra partita. Arriviamo bene. Con consapevolezza possiamo fare una grande partita

Derby decisivo per estromettere il Milan?

Non credo, mancano tante gare e il derby di andata dimostra tante cose. Noi abbiamo fatto una bella rimonta. Sappiamo cosa significa derby per questa città

Serve una grande prova di forza domani

Sappiamo il percorso che abbiamo cominciato questa estate. Sapevamo di aver iniziato un percorso con grandi incognite all’inizio. Il gruppo è stato bravissimo a indirizzare bene la stagione. Non dobbiamo, però, abbassare la guardia

Sul mercato: Inter più forte?

La società di è fatta trovare pronta. Abbiamo inserito due calciatori molto importanti. Per Gosens ci vorrà ancora un po’ di tempo. Caicedo l’ho già allenato negli ultimi tre anni. La società è forte, abbiamo un grande Presidente. Sono soddisfatto del mercato”

In caso di rigore chi tirerà?

In primis devo valutare le condizioni di tutti tra oggi e domani. Abbiamo diverse opzioni, anche per i rigori. Vedremo. Lautaro è il rigorista principe

LEGGI ANCHE:  UFFICIALE - Inter, Esposito è un nuovo giocatore dell'Anderlecht: la cifra del controriscatto!

Inter favorita domani: cosa significa?

Io credo che in un derby non ci siano mai favoriti. Inter e Milan sono due squadre forti. Gli episodi faranno la differenza così come le motivazioni

Dopo il mercato c’è qualche squadra che può infastidire l’Inter e che temi?

La classifica è veritiera. Atalanta e Juve sono in corsa. La Juve in estate era la mia favorita. Negli ultimi due mesi ha fatto benissimo e il mercato l’aiuterà. Siamo in cinque per la lotta scudetto”

Il Milan è più forte rispetto all’andata?

Hanno pagato infortuni e tante altre cose. Pioli è preparato, le sue squadre sono temibili. Ho visto le partite post Empoli dei rossoneri e sono state tutte ottime

C’è un derby che ricorda?

Quando eravamo piccoli io e mio fratello andavamo a vedere il Piacenza. Ricordo il derby con la Cremonese

Come stanno i sudamericani? E sulla formazione?

Vediamo oggi. Lautaro ha lavorato bene, Sanchez mi ha rassicurato. Vedrà Alexis oggi. All’appello mancano solo Correa e Gosens

Ha sempre fatto poco turnover: ragionato con uno o due cambi. Sarà così anche per questo blocco?

Non saprei. Difficile dirlo adesso. Nel senso che sono situazioni in evoluzione e vanno affrontate quotidianamente. Ci penseremo dopo. Viviamo alla giornata

Stadio aperto al 50%: cosa ne pensi? C’è del disinteresse nei confronti del calcio?

Io penso che noi ci dobbiamo attenere alle regole che ci dicono di seguire. Normale che da tecnico avrei voluto vedere un derby con il pienone

Questa è stata una sosta diversa: ha avuto a disposizione quasi tutta la rosa queste due settimane

Sì, mi sarebbe piaciuto lavorare anche con gli altri. Abbiamo lavorato bene. Sicuramente è un vantaggio

Termina la conferenza di Inzaghi