Il nerazzurro non ha dubbi: “In due partite ho lasciato il segno”

Protagonista del MatchDay Programme, la rivista digitale sulle partite casalinghe della squadra, Matteo Darmian ha fatto il punto della situazione sulla sua esperienza all’Inter, dopo l’approdo a Milano nell’ottobre del 2020.

Siamo un bel gruppo, ho vissuto un intenso anno e mezzo qui: il momento più bello è stato vincere lo scudetto” ha detto il difensore nerazzurro, che non ha dubbi su chi sia il compagno più difficile da affrontare: “Il più difficile da affrontare in allenamento è Lautaro“.

Darmian, Inter, campionato

LE VITTORIE SCUDETTO

LEGGI ANCHE:  Non solo Skriniar, un altro difensore può andare via a parametro zero in estate

Il numero 36 dell’Inter ha poi commentato i successi del club nei match contro Cagliari e Verona della scorsa stagione, vinti entrambi con due reti che portano la sua firma: “All’Inter ho giocato tante partite emozionanti e adrenaliniche, ma quelle in cui sento di aver lasciato davvero il segno sono le vittorie di San Siro contro Cagliari e Hellas Verona, entrambe vinte per uno a zero con un mio gol. Sono stati due successi importanti verso la conquista dello scudetto“.

Sei qui: Home » News Inter » Il nerazzurro non ha dubbi: “In due partite ho lasciato il segno”