Inzaghi: “Serve qualcosa in più negli scontri diretti. De Vrij? Domani ci sarà lui al suo posto!”

Buongiorno cari lettori e lettrici di SpazioInter. Oggi come di consueto seguiremo insieme la conferenza stampa di Simone Inzaghi a partire dalle 12:30. Il tecnico presenterà il big match tra Inter e Napoli, in programma domani alle 18:00.

Che partita sarà e cosa si aspetta?

“Sappiamo che sarà una partita importantissima come lo è stata quella contro il Milan. Si affrontano il miglior attacco contro la miglior difesa, le motivazioni faranno la differenza.”

Sarà uno spartiacque per la classifica?

Penso che sarà importantissima, abbiamo fatto un ottimo percorso. Siamo protagonisti sia in campionato che in Champions, abbiamo 2 punti in meno rispetto all’anno scorso, stiamo facendo bene.

Come sta Dzeko?

Manca l’allenamento di oggi e quello di domaini, ovviamente il mio focus è sul Napoli. Domani valuterò chi mandare in campo.

Ti sta stupendo cosa sta facendo il Napoli?

Spalletti è un valore aggiunto, sappiamo benissimo cosa è in grado di fare dimostrandolo in ogni squadra in cui è andato. Il Napoli è un’ottima squadra, la società ha mantenuto i giocatori migliori che potevano cambiare squadra.”

Cosa manca all’Inter in queste sfide importanti?

“Bisogna indirizzare gli episodi nel migliore dei modi. A livello di numeri e statistiche siamo in una buonissima situazione. Negli scontri diretti avremmo meritato di più ma c’è sempre stato un rigore dato o non dato, oppure sbagliato. Dobbiamo dare di più ma sono orgoglioso dei ragazzi che mi stanno dando tanto. Sono orgoglioso della scelta di venire all’Inter, sapevo che dopo le perdite sul mercato sarebbe stato un anno di transizione e invece siamo competitivi in tutto. Ho la società sempre al mio fianco e abbiamo dei tifosi che sono l’uomo in più per noi.”

In caso di rigore confermerai Lautaro?

Per quanto riguarda i rigoristi bisogna vedere chi scende in campo. La nostra griglia è questa: Lautaro, Çalhanoğlu, Perisic.

Cosa pensi degli errori arbitrali?

Secondo me siamo fortunati ad avere questa classe arbirtrale. Domenica alla fine della partita mi sono complimentato con l’arbitro dato che c’è stata una sola ammonizione, quella sul rigore.

Opinione su San Siro?

“Per me giocare a San Siro da pochi mesi è una grande emozione. Se arriva il nuovo stadio sarà ben accetto, sarà sviluppo per Milan e Inter. “

Hai avuto modo di confrontarti con Brozovic?

“Faccio una premessa: Brozovic è un grande calciatore ed è da tanto tempo con l’Inter. Sono fortunato ad avere dirigenti come Marotta e Ausilio e loro sanno benissimo cosa penso di Marcelo.”

Momento di appannamento per Lautaro?

Gli attaccanti passano questi momenti. Sono capitati a me, a mio fratello. Immobile per fortuna ne ha avuti pochissimi. Lautaro è al 100% nel progetto, secondo me un attaccante si deve preoccupare quando non ha occasioni. Ne ha avute diverse, mi viene in mente il derby. Deve lavorare come sta facendo e credere nelle sue potenzialità. Tornerà a segnare come sempre

Chi al posto di De Vrij?

“Dopo le nazionali qualche problemino lo abbiamo sempre avuto. Domani se non cambieranno le cose giocherà Ranocchia che è molto affidabile, da tanti anni qui all’Inter. Farà una grande partita e non farà rimpiangere De Vrij”

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI