Joao Mario e Radja Nainggolan: due casi differenti di esubero

Joao Mario e Radja Nainggolan: due casi differenti di esubero

Ad Hakimi, prossimo sposo del Psg, potrebbero aggiungersi altre due uscite già dalla prossima settimana. Sul fondamento delle parole scritte oggi su Tuttosport, i giocatori in questione sono Joao Mario e Radja Nainggolan.

JOAO MARIO - il box-to-box midfielder, reduce da una discreta annata in maglia Sporting Lisbona, vorrebbe rimanere in maglia biancoverde. La squadra portoghese però, dopo aver fatto intendere ai nerazzurri di essere disposta ad un esborso di 7.5 milioni di euro per comprarlo, si è fermata a 5, bonus inclusi.

Il club interista, avendo a bilancio il calciatore per 6.8 milioni di euro, ha ricusato l'offerta; e pure Joao ha provato dispetto e fastidio per il comportamento dei Leões: difatti ha chiesto al suo agente Pastorello di tenere bene in considerazione le offerte di Villareal, Nizza e pure Benfica, che sembra interessato. Ad ogni modo, lo Sporting non è ancora fuori dai giochi.

NAINGGOLAN - L'Inter è consapevole che il Cagliari non acquisterà mai il belga per la cifra minima per evitare una minusvalenza - 9.6 milioni di euro - e , di conseguenza, ha deciso di andare oltre, liberandolo. Ciononostante, Marotta e Ausilio non vogliono versare come corrispettivo una buonuscita al "Ninja": la prossima stagione, l'ultima da contratto con in nerazzurri, percepirà fra salario e diritti d'immagine 4.5 milioni.

Ad oggi Nainggolan si è ostinato con testardaggine, ma il corno per risolvere il dilemma sta tutta lì, con il centrocampista che firmerà successivamente con i sardi un pluriennale a numeri prevedibilmente inferiori.

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI

Maurizio Massa
Leggi i suoi articoli
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram