Ag. Bastoni: “Rinnovo? Sì, ma alle cifre concordate. Momento difficile, ma questo comportamento non va bene”

Bastoni Inter
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

In un’intervista concessa al Corriere dello Sport, Tullio Tinti, agente di Bastoni, ha parlato anche della questione legata al rinnovo del suo assistito, lanciando un allarme ai taccuini del quotidiano: “Da 4 mesi abbiamo un accordo con Marotta, Ausilio e Antonello. Bastoni, lo ricordo, sta giocando con il contratto firmato tre anni fa, nonostante da due stagioni sia titolare dell’Inter e sia stato convocato in Nazionale. C’era la promessa di portare lo stipendio a un livello giusto e l’intesa a febbraio c’era, con tanto di mail di conferma scambiate. Mancava solo che il presidente tornasse dalla Cina per formalizzare il tutto. Non più tardi di venerdì mi è stato comunicato che il rinnovo non è saltato, ma che bisogna aspettare che sia firmato questo prestito che la società sta trattando. Onestamente sono cose che non mi sono mai capitate“.

Bastoni ha la maglia addosso perché è interista – aggiunge – e rispetterà gli accordi perché ha ancora un contratto. Anche io i contratti sono abituato a rispettarli. Se il club vorrà rinnovare alle cifre concordate, ok, altrimenti dall’1 luglio in poi le cose cambieranno. Sarò più chiaro: Bastoni e il suo agente sono contenti di rimanere all’Inter, ma bisogna che le cose vengano fatte in maniera normale, come in tutte le altre società. Il momento è difficile e lo sappiamo, ma questo comportamento non va bene. Se io avessi fatto una cosa del genere, e mi fossi tirato indietro prima della firma, quando tutto era a posto, l’Inter avrebbe fatto un caos incredibile (…)“.