Burdisso: “Mou non ha tradito l’Inter, i tifosi a San Siro lo applaudiranno”

foto imago
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

José Mourinho va alla Roma e allora poche intervista sono giuste come quella a Nicolas Burdisso, che ha difeso entrambe le squadre. Ai microfoni del Corriere dello Sport, il difensore argentino è sicuro: “Mourinho non ha tradito l’Inter, i tifosi lo applaudiranno

PRIMA REAZIONE

“Appena ho letto la notizia che la Roma non avrebbe proseguito con Fonseca, ho capito stava per succedere qualcosa perché i Friedkin sono dei proprietari che lavorano in maniera pratica e molto precisa. A Roma non si può stare senza allenatore per 2-3 giorni… Appena è uscita la «bomba» su Mourinho ho capito che la strategia era stata intelligente. La definirei una scelta ben fatta”.

PRIMO RICORDO DI MOU

Impossibile dirne solo uno perché abbiamo vissuto tanti momenti bellissimi tra campo, spogliatoio e vita di tutti i giorni. È eccezionale.

DOTE PRINCIPALE DI JM

La capacità di creare un rapporto speciale con le persone, un qualcosa che va oltre il calcio”.

UN VINCENTE

VINCERÀ A ROMA?

Secondo me aprirà un ciclo. Non è facile vincere a Roma e non è giusto porsi degli obbiettivi che superano la realtà delle cose. Di certo Mourinho è un allenatore vincente con un grande bagaglio d’esperienza”.

PRESSIONE DELLA PIAZZA

Lui è uno dei pochi che può gestire la pressione di quella piazza. A Roma non ti basta capire solo cosa succede in campo, ma anche l’umore dei tifosi, i momenti… della Città Eterna e della politica. Ci vuole una persona dinamica, un tecnico che non sappia soltanto guidare i calciatori. E lui ha tutte queste doti”.

CONFERENZE STAMPA

Ne ricordo alcune niente male… È stato il primo a capire che inizi a vincere le gare in conferenza stampa, il giorno prima della partita. Nella comunicazione è un maestro. Non solo con i suoi uomini, ma anche con l’esterno. È un personaggio di caratura mondiale che trasmette positività”.

UN BENE PER LA SERIE A?

Senza dubbio: Mou è una garanzia”.

MOU CONTRO L’INTER

Io penso che per lui sarà una gara speciale, un momento bello, perché tornerà in uno stadio dove ha vinto tutto. Secondo me gli interisti lo applaudiranno anche da avversario. In fondo andando alla Roma non ha tradito l’Inter. Se fosse andato alla Juventus o al Milan, invece…”.

CONTENTO PER LO SCUDETTO?

Sì, molto. È stato un trionfo meritato. Mi ha ricordato quello che abbiamo conquistato nella stagione 2006-07, con 5 giornate d’anticipo”.

NUOVO CICLO CON CONTE?

“Sì, credo che Conte abbia aperto un ciclo. È un vincente e lo dimostrerà anche in futuro”.

UNA FRASE PER I TIFOSI DELLA ROMA

Preparatevi: arriva uno che può diventare imperatore!