Čeferin: “C’è differenza tra l’Inter e chi crede ancora al progetto”

foto imago
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

In un’intervista esclusiva rilasciata al Daily Mail, Aleksander Čeferin torna inevitabilmente a parlare del chiacchierato progetto della Superlega, dichiarandosi soddisfatto per la rivolta scatenata dal mondo del calcio: “Lo sforzo congiunto della Uefa, dei tifosi e della comunità calcistica intera ha dimostrato che non tutto è in vendita, non puoi venire con i miliardi a dire che non ti interessa della tradizione, della storia e delle cose che ami“.

Tutti devono assumersi il peso delle conseguenze per quello che hanno fatto – sottolinea il presidente della Uefa – e non possiamo fingere che non sia successo niente, ma per me c’è una netta differenza tra i club inglesi e gli altri sei, perché si sono ritirati per primi e hanno ammesso di aver commesso un grande errore. Io divido le dodici squadre in tre gruppi: i club inglesi, che sono usciti per primi; poi Atletico Madrid, Milan e Inter che si sono ritirati dopo di loro, e poi quelli che pensano che la Terra sia piatta e che la Super League esista ancora. Tutti saranno ritenuti responsabili, ma in modo diverso (…)“.