La risposta della UEFA: nasce la nuova Champions League a 36 squadre

uefa
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Dopo lo scossone della SuperLega, il Comitato Esecutivo UEFA si è riunito a Montreaux, in Svizzera, per approvare il format della nuova Champions League che partirà dalla stagione 2024/2025. Il fine è, come preannunciato da mesi, quello di aumentare il numero di partite e quindi i ricavi.

IL FORMAT DELLA NUOVA CHAMPIONS LEAGUE

Come riporta Eurosport, i 17 membri del comitato esecutivo hanno votato all’unanimità il format della nuova Champions League che partirà dal 2024. Il numero delle squadre partecipanti passerà da 32 a 36, non più suddivise in gruppi ma in girone unico.

Caratteristica di questo girone è che ogni club non giocherà contro tutti gli altri. Infatti, ogni squadra giocherà un minimo di 10 partite secche (solo andata) decise tramite sorteggio per fasce. Vengono confermate, dunque, le 4 fasce del ranking UEFA per evitare scontri troppo squilibrati.

Le prime 8 classificate accedono direttamente agli ottavi di finale. Quelle tra la 9a e la 24a posizione disputeranno un playoff con andata e ritorno per completare il quadro degli ottavi. Le ultime 12 classificate vengono eliminate.

In questo modo, il numero di partite va da un minimo di 10 ad un massimo (ordinario) di 17 per le due finaliste, 4 in più rispetto al format attuale. In caso di finalista classificata tra la 9a e la 24a posizione, il numero massimo di partite sale a 19.

Una rivoluzione largamente preannunciata che, evidentemente, non ha soddisfatto a pieno i 12 club oggi considerati “dissidenti”.