Conte: “Ripartire dal filotto di vittorie. Sensi? Contento che si sia ripreso”

cONTE
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Antonio Conte ha parlato in conferenza stampa prima di Bologna-Inter.

Verso Bologna-Inter

Tra il rinvio con il Sassuolo e la sosta per le Nazionali, la squadra di Antonio Conte non scende in campo da tre settimane. Quasi tutti i giocatori risultati positivi al covid-19 tre settimane fa sono stati recuperati.

Ranocchia però dovrebbe partire titolare dal primo minuto, complici i pochi allenamenti nelle gambe di Stefan De Vrij.

La conferenza

Le parole di Antonio Conte: “Tre partite in nove giorni: sarà importante ricominciare nella giusta maniera. Domani affrontiamo un’ottima squadra, guidata da un grande allenatore.
Dovremo fare grande attenzione, però ci stiamo preparando”.

Un messaggio alla squadra

“Il messaggio migliore che posso fare è quello di cercare di riprendere da dove eravamo rimasti. Non è semplice, il tempo stringe, ma bisogna ripartire subito”.

Errore da non commettere

“Non bisogna parlare a sproposito, zitti e pedalare”.

Sensazioni su Nazionali e covid

“È difficile fare delle considerazioni con il senno di poi, dove si può sempre dire che si poteva far meglio. Il covid c’è e da un anno ci sta massacrando; il mondo del calcio ci sta convivendo, come nella vita reale. L’augurio è che si risolva questa situazione il prima possibile”.

Sfruttare le risorse

“Io ho delle risorse in mano e cerco di sfruttarle nel migliore dei modi. A volte ci son scelte che mi danno ragione, a volte no. Alleno tutti i giocatori e tutti son pronti ad essere chiamati in causa”.

Ti aspettavi questa crescita dalla squadra?

“Come ho sempre detto bisogna cercare di dare stabilità e continuità ai risultati. Siamo stati bravi a fare questo filotto di vittorie e mi auguro di non fermarci. Il Bologna farà tutto per fermarci, noi dobbiamo farci trovare pronti. Continuiamo a lavorare per esaltare le nostre doti”.

Futuro: stare davanti o inseguire?

“La pressione ci dev’essere sempre in una squadra come l’Inter. Bisogna affrontarle nella giusta maniera. In tanti si trovano per la prima volta in questa situazione. Dobbiamo pensare solo a noi stessi e cercare di fare il nostro meglio”.

Giocatori negativizzati

Handanovic si è negativizzato subito e ha potuto riprendere in maniera più celere rispetto agli altri. Vecino è tornato ad allenarsi da tre giorni ed è in buone condizioni. De Vrij ieri ha fatto il primo allenamento con noi e ha ancora qualche strascico. Ci auguriamo di avere anche D’Ambrosio con noi il prima possibile”.

Questione Sensi

“Sicuramente son molto contento per Sensi perché a livello psicologico il fatto di essersi sbloccato è stato molto importante. Noi abbiamo bisogno di tutti da qui alla fine e questa è sicuramente una cosa positiva per noi”.