MF: “C’è l’ipotesi che Suning si prenda tutta l’Inter prima dello scudetto”

Steven Zhang
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Fa piacere ai romantici del calcio una dolce verità: i club calcistici (e di sport in generale) non saranno mai delle aziende come le altre.

Perché, per quanto debbano rispondere a logiche tipiche dell’economia e del marketing, il campo, lo sport, il gioco avranno sempre un ruolo fondamentale.

E così, con l’avvicinarsi del sogno scudetto, Suning sta pensando a una strategia per diventare socio unico.

UN BOND DA 250 MLN PER FAR VOLARE IL CLUB

Come spiega Milano Finanza, da alcune settimane Suning sta studiando un nuovo bond di circa 250 milioni di euro. Parte della somma servirà a rifinanziare il prestito da 375 milioni già emesso a favore dell’Inter e in scadenza nel 2022.

Ci sono dei pro e dei contro che vanno ponderati attentamente. Da una parte, questa mossa farebbe aumentare il debito societario, ma dall’altra risolverebbe eventuali problemi di liquidità che le agenzie di rating prospettano per l’Inter.

E quando le agenzie di rating prospettano qualcosa di negativo, le pretese economiche devono calare. Per questo, l’emissione del bond (più l’eventuale scudetto) potrebbe far aumentare le pretese di Suning in fase di contrattazione.

SOCIO UNICO PER APPROFITTARE DELLA PLUSVALENZA

Il quotidiano finanziario prospetta un’ipotesi suggestiva: gli Zhang vogliono far aumentare il valore del club fino a 1 miliardo di euro, pretesa che non è stata accolta da Bc Partners.

E allora l’ipotesi di una nuova strategia: con la liquidità del bond, Suning potrebbe provare l’assalto al restante 31% della società, oggi in mano a Lion Rock Capital.

In questo modo, il gruppo cinese diventerebbe socio unico dell’Fc Internazionale Milano e gioverebbe a pieno dell’aumento di valore in caso di scudetto.

Ma questo, insegna il calcio, dipenderà solo dal campo.