Koné esalta Lukaku: “Studente modello. Contro il Leicester capii che sarebbe diventato un grande”

KONé
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Lukaku vale davvero 83 milioni? Questa era la domanda posta dalla Gazzetta dello Sport nell’estate del 2019, quando Big Rom approdava all’Inter. Il belga ha risposto sul campo a suon di gol e di prestazioni, diventando anche un leader carismatico per la squadra. Eppure, qualcuno aveva sciolto ogni riserva sulla sua forza già tanti anni fa: quel qualcuno è Arouna Koné.

IL GIGANTE MORGAN E LA CRESCITA DI LUKAKU

Il classe ’83 che ora gioca nel Sivasspor è stato compagno di squadra di Lukaku ai tempi dell’Everton (dove Lukaku ha giocato tra il 2013 e il 2017). In quel periodo Lukaku era giovanissimo, Koné era già un veterano: oggi l’attaccante ivoriano definisce Big Rom uno “studente modello“.

Come spiega nell’intervista a Voetbal International: “Per molto tempo ho giocato con lui all’Everton. Per la sua statura, Lukaku era in grado di correre e dribblare velocemente sin dall’inizio, ma stranamente non era molto bravo a tenere la palla. Gli ho mostrato regolarmente come usare il suo corpo per migliorare. Lukaku era solo uno studente e voleva imparare dai giocatori esperti“.

Grazie al suo impegno, i risultati arrivarono e un giorno parlarono chiaro: “Giocavamo contro il Leicester City, dove in difesa c’era un orso come Wes Morgan. Parlai con Lukaku prima della partita e gli dissi: «Questa sarà una partita difficile per noi contro quel Morgan. È impossibile superarlo»

E lo studente classe ’93 rispose al suo maestro: “Fai attenzione“. Koné ricorda bene quella prestazione: “In quella partita Romelu fu fenomenale. Negli ultimi minuti fece uno sprint con Morgan: si scontrarono, ma mentre Morgan cadde a terra, lui decollò palla al piede e fece gol. Fu in quel momento che dissi a me stesso: questo ragazzo farà strada“.