TS – Cessione Inter, Suning irritati: i rallentamenti sul progetto stadio influenzeranno il prezzo di vendita

suning
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

C’è incertezza in questi giorni sul futuro (societario) dell’Inter: Suning è in difficoltà economiche, che sono acuite sia dalla pandemia sia dalle politiche del governo cinese che limitano gli investimenti. Per via di tutto, i discorsi con la società britannica BC Partners stanno procedendo ma a rilento, poiché si cerca l’intesa giusta che soddisfi ambo le parti sul prezzo di cessione del club nerazzurro.

Stando a quanto riportato quest’oggi da Tuttosport, però, a casa Inter filtra una certa irritazione dovuta alla questione relativa al nuovo stadio, questione che procede molto a rilento. L’irritazione è dovuta al fatto che, se il progetto fosse stato in una fase più avanzata, Suning avrebbe potuto alzare il prezzo di cessione del club e reggere meglio sulle sue condizioni nella trattativa. La cosa, invece, non è possibile, poiché il lavoro svolto in questi pochi anni non è monetizzabile” nei dialoghi con l’acquirente.