L’Inter fa la spesa in casa: si punta sui ritorni di Pirola e Agoumé

Switzerland, Lugano, july 14 2019:   during friendly football match LUGANO FC vs INTER FC, Cornaredo stadium
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

L’Inter ha una nuova stategia: puntare sui giovani di casa propria. Un netto cambio rispetto agli ingenti (e necessari) investimenti fatti della società nel corso degli anni. Le condizioni economico-finanziarie del club non sono l’unica causa. Anzi, l’Inter ha deciso di innescare un circolo virtuoso soprattutto dopo la dolorosa cessione di Zaniolo e l’arrivo di Beppe Marotta. Per questo, si punta su due giovani attualmente in prestito: Lorenzo Pirola e Lucien Agoumé come riporta Tuttosport.

SCENARI NERAZZURRI PER I TALENTI CLASSE 2002

Pirola ha quasi 19 anni (è nato il 20 febbraio 2002), è un difensore centrale mancino attualmente in prestito al Monza dove sta giocando pochissimo. È rimasto nel club di Berlusconi a causa dell’infortunio di Gabriel Paletta, quando era tutto fatto per il prestito di un anno e mezzo al Pescara.

Già con la Primavera nerazzurra è stato autore di buone prestazioni. Ora l’Inter starebbe pensando a lui per far rifiatare Bastoni in futuro, in una posizione dove Kolarov non ha convinto. L’impressione, però, è che la società di Viale della Liberazione possa optare per un altro anno di prestito prima di farlo rientrare definitivamente alla base.

Discorso diverso, invece, per Lucien Agoumé mediano classe 2002 ormai titolarissimo dello Spezia. L’Inter ha acquistato il centrocampista la scorsa stagione dal Sochaux per 4.5 milioni di euro più importanti bonus. A differenza del coetaneo Pirola, il francese potrà essere subito un rinforzo per l’Inter che da tempo cerca un mediano con le sue caratteristiche: fisicità, lettura e buona visione di gioco.

L’Inter ha cambiato strategia e questa volta non c’entra soltanto il bilancio.