Stellini: "Non era semplice vincere qui, non vogliamo mettere pressione a nessuno"

Stellini:

Stellini è intervenuto ai microfoni di Sky Sport e ha commentato così la vittoria contro la Fiorentina: "Partiamo col dire che non vogliamo mettere pressione a nessuno ma pensare al nostro percorso. Non era semplice venire a giocare qui, soprattutto dopo due giorni. Siamo molto soddisfatti e abbiamo lavorato molto bene, soprattutto i nostri attaccanti. Questo era quello che ci aspettavamo".

C'è più spirito di sacrifico?

"Si, questo l’abbiamo sempre riconosciuto ai nostri giocatori. Sono molto generosi, e certe volte perdiamo il controllo. Oggi siamo stati molto precisi, faccio i complimenti alla squadra".

Quanto state lavorando per sviluppare azioni anche a sinistra? Pendete più a destra per mancanza di interpreti?

"No, lavoriamo su tutte le opzioni per creare pericoli. A volte riusciamo a volte no".

Quanto è difficile gestire Antonio dalla tribuna?

"Quando si vive la partita da fuori, col suo carisma poi, è sempre difficile. Si soffre di più stando fuori, per noi i suoi consigli e il suo aiuto sono molto importanti. Prendiamo di buon grado ciò che ci consiglia e ci dice. Non è per nulla difficile, sono cose molto importanti quelle che dice perché lui è la nostra guida e lo dobbiamo seguire".

Le vicende extra campo vi rendono più forte?
"Siamo molto concentrati sul campo, abbiamo ancora molto strada. Dobbiamo fare bene nelle due competizioni e siamo molto concentrati".

Quanto manca a Perisic per essere un quinto a sinistra completo?

"Quest'anno si è sacrificato tantissimo in un ruolo che ora lo vede protagonista da metà campo in giù. E' un giocatore prezioso per il contributo che dà, siamo soddisfatti di quello che sta facendo. Non dobbiamo mai guardarci indietro, ma sempre avanti. Lui deve fare quello che gli viene chiesto, senza rammaricarsi".

C'è qualcosa di Barella nel Conte calciatore?

"Glielo auguro, sta crescendo come tutti i suoi compagni di squadra. Prossimo step qualche gol in più, anche di testa"

Perché Gagliardini trova poco spazio adesso?
"Abbiamo aumentato numericamente i giocatori a centrocampo, Gagliardini sta giocando abbastanza. È un giocatore che ha bisogno di continuità, stasera è entrato molto bene. Gagliardini ha partecipato al gioco, alla manovra, gli faccio i miei complimenti"

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI

Giorgio Rapisarda
Leggi i suoi articoli
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram