Ferri ricorda: “Il mio primo gol in Serie A nel derby d’Italia fu davvero emozionante. Inter favorita per lo scudetto ma mai sottovalutare la Juve”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Inter-Juventus non è solo la partita tra due delle squadre più forti del panorama calcistico italiano. Questa gara è storia, è tradizione, è stata e sarà sempre una sfida speciale. Per chi l’ha giocata in campo e per chi l’ha vissuta sugli spalti e oggi purtroppo può soltanto seguirla in TV. Torneranno i momenti in cui il derby d’Italia andrà in scena davanti a migliaia di tifosi. Nel frattempo come racconta L’insider, Riccardo Ferri ha rivelato il suo Inter-Juve preferito e fatto una previsione per la sfida della 18a giornata di Serie A:

“Una di quelle gare importantissime sulla quale focalizzi l’attenzione fin da quando viene sorteggiata nel calendario.

L’11 novembre 1984 realizzai il mio primo gol in Serie A, proprio nel derby d’Italia. Inoltre marcai Platini, dunque un ricordo indelebile. Il giocatore più forte affrontato in una partita del genere, decisivo come pochi.

Scudetto? Quest’anno sarà una corsa a tre. Il Milan è quella più continua, l’Inter è quella col potenziale più competitivo ma anche la Juventus non rinuncerà alla vittoria facilmente.

Conte? Ha dato un senso di appartenenza alla squadra e all’ambiente, un’identità precisa. La squadra riconosce in lui un leader e si identifica in lui. Già l’anno scorso si sono visti i risultati della sua professionalità e del suo lavoro, arrivando secondo in campionato e in finale di Europa League.

Pirlo è una persona molto intelligente e sapeva benissimo dei rischi che poteva correre sedendosi sulla panchina bianconera.

Champions League? All’Inter manca ancora qualcosa per questa competizione e l’eliminazione dalla massima competizione europea deve essere uno stimolo per la vittoria del campionato.

Eriksen? Ci si aspetta tanto da lui ma non riesce ancora ad ambientarsi a dovere.

Dybala? Ha avuto tante difficoltà a causa dei problemi legati al covid. L’argentino però deve fare un salto di qualità e cercare di convincere Pirlo ma anche se stesso delle sue qualità.

CR7 vs Lukaku? Preferisco Cristiano Ronaldo che vedo molto simile a Lewandowski e considero inferiore solo a Messi.

La Juventus è la squadra che ha vinto di più in Italia e tutti vogliono batterla e l’Inter è altrettanto un’altra società vincente. Spero che sia una partita entusiasmante e che vinca la squadra che lo merita sul campo e credo e mi auguro che sarà l’Inter”.

Ferri e Tacchinardi, insieme, hanno analizzato il passato e il presente di questa partita nell’intervista riportata da L’insider. Entrambi hanno fatto capire quanto importante e speciale sia considerata Inter-Juventus e quanto queste squadre saranno rivali da qui alla fine del campionato nella lotta per lo scudetto, con almeno un terzo incomodo però: il Milan. I bianconeri attualmente si trovano a 33 punti in classifica, a 4 distanze dai nerazzurri e a 7 punti dai rossoneri. Questo fa capire quanto sarà importante la gara di San Siro.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook