GdS – “Villa Bellini, atto secondo”: Conte incontrerà la dirigenza dopo Natale. Il tecnico ha lanciato un appello chiaro

Italy, Milan, december 6 2019:  during football match FC INTER vs AS ROMA , Serie A 2019/2020 day15, San Siro stadium
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Programmato un ulteriore incontro tra l’Inter e Antonio Conte dopo Natale. “Siamo di fronte a una specie di Villa Bellini, atto secondo” scrive La Gazzetta dello Sport. Di questo incontro ha già parlato proprio il tecnico leccese, alla vigilia della gara con lo Spezia, durante la conferenza stampa: “Nel periodo natalizio faremo delle valutazioni. Ma non è importante la mia, quanto quella che dovrà fare il club dopo quattro mesi di lavoro. È giusto dare un seguito al meeting di agosto, sedersi e capire che tipo di soluzioni abbiamo in mente di affrontare e se le vogliamo affrontare“. È su quest’ultimo “se” che la Rosea si è soffermata quest’oggi.

Il perché è anche semplice da capire: Conte chiede rinforzi nel prossimo mercato di gennaio per poter avere il miglior armamentario possibile a disposizione nel girone di ritorno, così da alzare le probabilità di vittoria dello Scudetto. Così ha scritto, quest’oggi, la Gazzetta sulle sue pagine:

Non si fatica a immaginare che il tecnico chiederà fino a che punto la società sarà in grado di colmare le lacune di organico. Quelle stesse lacune che aveva invitato a riempire nella scorsa sessione, quando era chiara l’esigenza di un attaccante di riserva, un centrocampista difensivo e un esterno. Dietro quel «se» c’è la volontà di Conte di capire fin dove potrà spingersi la società. Ed è come se Conte dicesse ai suoi dirigenti: siamo in lotta al vertice, possiamo e vogliamo giocarcela. Ma se restiamo così, alcune squadre sono ancora oggi più attrezzate. Conte è un vincente: sente il profumo della vittoria ma vuole avere l’esercito migliore a disposizione. Se mercato non si potrà fare, lo si dica come è accaduto a settembre e contenti tutti, senza rimpianti, anche se poi alla fine vincerà un altro“.”.