Conte: “Alla fine ci è venuto un po’ il braccino, ma abbiamo conquistato punti che valgono doppio”

conte
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Al termine del match contro il Napoli, Antonio Conte è intervenuto ai microfoni di Sky e ha analizzato il successo dei nerazzurri.

Il commento di Conte

Antonio Conte, tecnico dell’Inter, analizza così la sfida vinta dai nerazzurri contro il Napoli: Non era una partita facile, il Napoli è veramente un’ottima squadra. E’ stata una partita molto tattica, c’è stato grande rispetto da parte di entrambe. Non è stata una partita bellissima. Ma questi sono punti importanti, con una rivale ambiziosa. Valgono il doppio.

Il tecnico ha aggiunto: “La squadra sentiva la partita e sentiva il peso della partita. Alla fine è venuto un po’ il braccino nel conservare il risultato. Portare a casa questo tipo di partite è importante per uno step di crescita mentale. La squadra deve imparare a soffrire. Nel primo tempo abbiamo cercato di prenderli anche alti. Ma loro sono stati bravi ad uscire con delle giocate preparate. Zielinski c’ha messo in difficoltà dietro a Brozovic”.

Un commento sulla prestazione di Sensi: “Sta tornando ad essere un giocatore a tutti gli effetti. Speriamo che non gli capiti più niente. Ora sta alzando i giri anche in allenamento. In un anno e mezzo ha giocato poco o niente, quando l’ha fatto ha giocato benissimo. Incrocio le dita su di lui”

Un commento sulle poche scelte in attacco: Sanchez è mancato per gran parte della stagione scorsa e anche quest’anno. E quest’anno è stato fuori anche Romelu. Pinamonti è tornato dalla Nazionale con un problema alla caviglia, non ha recuperato. Ma Pinamonti è come Esposito, di grande prospettiva ma giovane“.

“Questo è un gruppo – ha proseguito Conte – che ci tiene e soffre. Ha sofferto e tanto per l’eliminazione dalla Champions. E ho sofferto tanto io. E’ un gruppo responsabile, che ha voglia di fare. Alleno ragazzi puliti. Spero diventino un po’ mestieranti, un po’ più scaltri e furbi”.