Le pagelle di Cagliari-Inter: Barella super ex, D’Ambrosio da sogno

Copia di Copia di SI POST SONDAGGI
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Ecco le pagelle scelte dalla redazione per i nerazzurri scesi in campo a Cagliari, in una partita ribaltata nel secondo tempo. Il piano “B” c’è e si vede.

SOLO UN’INSUFFICIENZA GRAVE

Handandovic, 5.5: non reattivo come ci ha abituato negli ultimi anni. Rischia nella ripresa su un tiro di Joao Pedro, poi rilevato in fuorigioco.
Skriniar, 6,5: gestione lucidissima da parte dello slovacco, anche intraprendente in fase di impostazione.
De Vrij, 6.5: puntuale nelle letture delle azioni avversarie.
Bastoni, 6: partita sufficiente per il difensore che imposta meno di quanto ci ha abituato a vedere. Esce al 72′ per Lautaro Martinez.
Darmian, 6: normale amministrazione per l’ex Parma che ha ricoperto la fascia sinistra con l’ingresso di Hakimi. Esce al 58′ per lasciare spazio ad Ashley Young.
Barella, 7.5: Una prestazione dell’ex da incorniciare. Nonostante la stanchezza, si fa sentire in mezzo al campo e decide l’incontro. Prima segna un gol straordinario dal limite dell’area di rigore, un imparabile destro volante. Poi, serve l’assist perfetto per il gol di D’Ambrosio.
Brozovic, 6.5: fondamentale sia in impostazione che in interdizione, l’Inter ha bisogno del suo mediano.
Eriksen, 6: poco preciso nei primissimi minuti, illuminante dopo. Serve una gran palla a Lukaku che non concretizza, sugli sviluppi non trova il gol per un altro grande intervento di Cragno. Esce per Sensi al 58′.
Perisic, 5: prestazione evanescente caraterizzata da scelte facilmente prevedibili per gli avversari. Non entra in campo nel secondo tempo quando viene sostituito da Achraf Hakimi.
Sanchez, 6.5: tanta voglia da parte del cileno che scende spesso a prendersi palla. Impreciso davanti al portiere.
Lukaku, 6.5: impreciso nel primo tempo davanti a un super Cragno. Crea superiorità numerica con le sue giocate e trova il gol del definitivo 1-3 approfittando della porta lasciata sguarnita dal portiere avversario.

DALLA PANCHINA

Hakimi (45′), 5.5: entra ma non riesce a dare un contributo alla squadra, anzi crea confusione in attacco. Prestazione ostacolata da un problema alla caviglia che lo costringe a lasciare il campo a D’Ambrosio
A. Young (58′), 6: dà il suo solito contributo sull’out di sinistra, anche senza sfondare in maniera decisiva.
Sensi (58′), 6: poca quantità, e sarebbe difficile il contrario visti i vari problemi fisici del centrocampista. Da un suo tiro nasce il corner che permette l’1-1.
Lautaro (72′), 6: pochi palloni giocati dall’argentino, prova qualche guizzo ma non trova la via del gol.
D’Ambrosio (82′), 7: Entra al posto di Hakimi e ci mette 4 minuti a segnare il gol del vantaggio su cross di Barella. Super Danilo D’Ambrosio.

All. Conte, 7: la squadra scende bene in campo, ma sbatte contro Cragno. Fondamentale la capacità di cambiare modulo già al 72′ passando alla difesa a 4, con Sanchez dietro la Lu-La.