Conte: “Interisti, non ascoltate chi gode. Io e la società uniti dal progetto”

conte inter fiorentina
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Il tecnico ha parlato alle 14 alla vigilia di Cagliari-Inter.

La conferenza

L’Inter ha bisogno di un segnale dopo l’eliminazione dalle coppe europee. Le parole del tecnico nerazzurro: “Mi aspetto una gara difficile. Il Cagliari è un avversario tosto, dobbiamo essere bravi ad affrontare la partita nel modo giusto. Vidal è ancora out, ha un problema muscolare. Lo riporteremo nelle migliori condizioni rispettando i tempi di recupero. Uscire dalla Champions è stato doloroso per tutti noi, ci credevamo davvero e abbiamo messo tutto in campo. Dispiace uscire senza aver fatto goal. Ora dobbiamo metabolizzare e alzare di nuovo la testa. Il morale non è alle stelle, ma abbiamo bisogno di affrontare le prossime partite nel migliore dei modi. Più che una promessa ai tifosi vorrei dare un messaggio: non prestiamo il fianco a chi sta godendo e a chi spera che si cambi e si distragga tutto quello che cerchiamo di creare. Vedo troppa negatività. Rimaniamo compatti, questo percorso ha portato un secondo posto, una semifinale di Coppa Italia e una finale di Europa League. L’Inter ora ha di nuovo credibilità, valorizza i giovani. Bisogna avere fiducia, l’impazienza la capisco ma ci vuole tempo. Ho intrapreso questo percorso con i nerazzurri e la proprietà è stata molto chiara: c’è un percorso di crescita, vanno valorizzati i giovani prospetti. Siamo in linea con quanto detto dalla proprietà. L’eliminazione brucia tantissimo, chi mi conosce sa come la sto vivendo”.