Eriksen avverte l’Inter: “Non starò in panchina tutta la stagione”

Eriksen titolare
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Arrivato in quel di Milano tra l’entusiasmo generale dei tifosi nerazzurri, oggi Christian Eriksen è diventato un vero e proprio oggetto misterioso.

Le dichiarazioni in nazionale

A segno nel match contro le Far Oer, dove ha realizzato un tiro dal dischetto, il talentuoso centrocampista danese dichiara in un’intervista a fine partita tutto il suo desiderio di riscatto e la sua voglia di giocare nella squadra allenata da Antonio Conte: “Di certo spero di non dovermi sedere in panchina tutto l’autunno. Almeno non è mia intenzione. Né spero che sia nelle intenzioni del club o dell’allenatore. Ci sarà un numero incredibile di partite in poco tempo, e ora abbiamo anche tre partite delle nazionali in una volta sola. Dopo inizierà anche la Champions League, quindi ci saranno molte partite da giocare. Quindi, sono sicuro che avrò i miei minuti. Si tratta solo di ottenere di più dalle persone dall’esterno e io stesso me lo aspetto in questo momento”.

Per finire Eriksen aggiunge: “Mi trovo in un punto in cui forse non ero mai stato prima in una squadra di club. Sono partito alla grande dopo essere arrivato all’Inter a gennaio e ho cercato di mettermi in mostra. Poi è arrivata la pandemia, e quello che è successo sino ad ora, e da quel momento ho vissuto parecchi alti e bassi. La gente si aspetta che giochi sempre, e non è stato così. Ecco perché le persone dall’esterno mi guardano in modo diverso ora. Ovviamente diventi meno paziente quando hai esperienza e hai provato cose diverse. Che tu abbia 20, 28 o 30 anni, non vuoi sederti in panchina“.