Vecino, da uomo Champions ad escluso: adesso il numero 8 è un peso

Il centrocampista sembra essere fuori dai piani della società nerazzurra. L’uruguaiano era vicino al Napoli in questa sessione di mercato.

I NERAZZURRI NON SONO RIUSCITI A CEDERE IL GIOCATORE

Nel centrocampo granitico costruito dall’Inter non c’è posto per Matias Vecino. Il centrocampista uruguaiano non è stato inserito nella lista Uefa e questo fa capire quanto sia fuori dai piani tattici di Antonio Conte.

L’infortunio al ginocchio e la successiva operazione non hanno sicuramente aiutato il giocatore e con i nuovi innesti di Vidal e Nainggolan e il ritrovato Sensi, Vecino è destinato a non giocare.

RETROSCENA COL NAPOLI

In questa ultima sessione di mercato una squadra che si è fatta avanti per l’uruguagliano c’è stata: il Napoli era fortemente interessato al giocatore. I partenopei sono infatti arrivati a offrire 9 milioni per il giocatore contro i 18 richiesti dalla società nerazzurra.

LEGGI ANCHE:  Inter-Samp, scambio di prestiti nella trattativa per Sensi!

La distanza tra le due società e le condizioni fisiche poco rassicuranti del centrocampista hanno convinto il Napoli a optare ad altre soluzioni, vedi Bakayoko.

Sarà quindi prima necessità vendere il giocatore visti anche i costi: peserà sul bilancio circa 15 milioni di euro tra lo stipendio (avendo il contratto in scadenza nel 2022, a 2,5 milioni di euro netti all’anno) e l’ammortamento sul costo del cartellino.

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI