Mancini attacca Speranza: “Lo sport è un diritto che non va svilito”

Mancini
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Il ministro della Salute Roberto Speranza nei giorni scorsi aveva dichiarato di essere personalmente contrario alla riapertura degli stadi in quanto il rischio affrontato non valeva la pena di essere corso a differenza della scuola, per cui i possibili problemi dovuti alla riapertura meritavano di essere sopportati.

La Gazzetta dello Sport riporta quanto il Commissario Tecnico della Nazionale Mancini ha risposto al ministro, difendendo strenuamente il diritto degli italiani di fare sport. Indirettamente, il CT ha invitato il mondo della politica a non svilire il calcio, un’industria che ha un indotto fondamentale per tutto il paese:

Lo sport è un diritto di tutti esattamente come la scuola e lo praticano milioni di persone. La mia idea non è condizionabile da nessuno: sono favorevole alla riapertura degli stadi in percentuale come è stato deciso in altri paesi. In Polonia infatti troveremo 25 mila persone e di questo sono solo contento.